«Aipes, gravi irregolarità nella gestione» – Si chiederà al rappresentante del governo di annullare tutte le delibere finora votate

ARCE – Aipes, contestate gravi irregolarità nella gestione. Le modifiche dello statuto arriveranno sul tavolo del Prefetto. Il consigliere comunale di Arce Marcello Marzilli chiederà al rappresentante del governo Emilia Zarrilli di annullare tutte le delibere che l’assemblea dell’Aipes, che si occupa dei Servizi sociali nel distretto sociosanitario “C”. Secondo l’ex assessore alle Politiche sociali, l’associazione-consorzio tra comuni avrebbe adottato e pubblicato atti in mancanza del direttore generale quando lo statuto prevede espressamente la sua presenza per la validità dei deliberati. In particolare a suscitare l’attenzione del consigliere comunale di Arce è la delibera di Assemblea numero 1 del 3 febbraio 2014 che ha adottato modifiche allo statuto dell’ente prorogando la durata del Consiglio di Amministrazione e prevedendo che le dimissioni del presidente del cda non comportino più la automatica decadenza del consiglio stesso.

«Trovo singolare che si assumano decisioni così importanti e politicamente rilevanti – ha detto Marzilli – in assenza di un coinvolgimento ampio. Prorogare  la dura del consiglio d’amministrazione di un ente del genere è solo un atto di “autoconservazione” e munire questo organo di una sorta di “indipendenza” dalle sorti del presidente, può solo voler significare che si è solo attaccati alle poltrone e non interessati al buon andamento gestionale del Consorzio. Trovo sconcertante – affonda ancora Marzilli – che nessuno dei presenti all’Assemblea, ivi compreso il vice sindaco di Arce Domenico Sugamostro, abbia avuto nulla da obiettare a proposito della assenza del direttore generale che, come è noto a tutti,  per statuto, è un organo consortile. Altresì trovo grottesco che si sia potuto ignorare che spetta al direttore generale eseguire le deliberazioni dell’assemblea e del cda competono al direttore generale e che le deliberazioni della assemblea  stessa diventano immediatamente eseguibili con la firma del presidente e del segretario dell’assemblea che, a norma dell’articolo 29 dello statuto Aipes, è il direttore generale».

 

20