Altro stop per il Cassino – N.Cassino – SS Pietro e Paolo 0-1

CASSINO – Ancora una sconfitta per il Cassino in crisi nera di gioco e di risultati. Al Salveti i pontini del SS Pietro e Paolo passano col minimo sforzo grazie ad una rete messa a segno da Persechino a metà della prima frazione di gioco. Gli azzurri rimediano così la terza sconfitta consecutiva nella giornata che doveva rappresentare il rilancio verso posizioni di classifica più tranquille. Invece Raia e compagni, che nelle ultime tre uscite hanno subìto cinque reti senza realizzarne nessuna, si ritrovano in piena zona play-out e con il morale sotto i tacchi. Come preannunciato Scorsini schiera Tomas alto a sinistra e Tarabonelli al fianco di Marsella: pronti via e gli azzurri provano ad impensierire il portiere ospite con una punizione di Russo che finisce alta di poco. Al 17’ Tarabonelli viene servito in area ma sbaglia il controllo mancando una clamorosa occasione. Sul capovolgimento di fronte Viscido serve Carletti in area che incrocia sul secondo palo non trovando la porta per questione di centimetri. E’ il prologo alla rete che deciderà la gara: Persechino si incunea sulla sinistra, supera Palombo in velocità e lascia partire un fendente che si insacca alle spalle dell’incolpevole D’Aguanno. Il Cassino abbozza una reazione ma le idee sono confuse e l’atteggiamento dell’undici azzurro appare timido e poco propositivo. La prima frazione si conclude senza sussulti di rilievo: nella ripresa Scorsini fa entrare prima De Luca, poi il giovane Lata che porta un minimo di vivacità sulla fascia destra. E’ proprio il cursore cassinate a rendersi pericoloso con un colpo di testa respinto sulla linea da un difensore pontino. L’unica occasione limpida creata dal Cassino nell’arco dei novanta minuti arriva a dieci minuti dallo scadere quando Lata, imbeccato da Russo, serve una palla filtrante in area sulla quale Marsella arriva con una frazione di secondo di ritardo fallendo il comodo tap-in. L’arrembaggio finale cassinate non produce azioni di rilievo. Solo l’ennesima espulsione stagionale rimediata da Kiszka ed una deviazione di D’Aguanno in corner che evita la seconda rete al passivo. Al termine dei cinque minuti di recupero il triplice fischio del fischietto Di Matteo sancisce la terza battuta d’arresto consecutiva per un Cassino in piena crisi che domenica prossima, a domicilio del Bellegra, non potrà più sbagliare se vorrà evitare di piombare in piena zona retrocessione. 

Cassino: D’Aguanno, Palombo, Capocci, Raia, Raponi, Fiorentini, Palma(64’ Lata), Russo, Marsella, Tarabonelli(46’ De Luca), Tomas(71’ Kiszka).  A disp: Pocino, Vendittelli, Macari, Bucolo. All: Scorsini.

SS. Pietro e Paolo: Bono, Orlandini, Maddeo, Bellamio, Bracciale, Lenzini, Viscido, Ciurea, Carletti(80’ Passaretti), Persechino(70’ Permasilici), Bernardini(87’ Merola). A disp: Ghirotto, Zeppadoro, Chianese, Mancini. All: Iannotti.

Arbitro: Di Matteo di Roma 2.
Assistenti: De Luca di Aprilia e Maggiore di Albano Laziale.

Marcatori: 24’ Persechino.

Ammoniti: Fiorentini, Palombo, Kiszka(C);  Bracciale, Lenzini (SP).

Espulsi: 88’ Kiszka(C) per doppia ammonizione.

 

34
Da: ; ---- Autore: