Arriva la prima vittoria canarina al Matusa, Frosinone 1 Portogruaro 0 – Basta una rete al 47° di Santoruvo per regolare la matricola Portogruaro ma non è stato facile, tenace la resistenza opposta dai lagunari che erano scesi in Ciociaria per fare punti

FROSINONE – Quarta giornata di campionato per la serie B, avvio di stagione entusiasmante per le neo promosse che a sorpresa occupano tutte o quasi le posizione alte del torneo, Novara in testa Padova a ridosso e Portogruaro li in posizione di assoluto prestigio.
Proprio la formazione lagunare che ha fatto il balzo nella serie B dopo lo spareggio contro il Verona ha iniziato alla grande il torneo cadetto, la formazione denominata Portogruaro-Summaga allenata dal tecnico Viviani ha iniziato il torneo senza paura e senza timori riverenziali stupendo già alla prima ottenendo tre punti contro il Cittadella, poi sconfitta pesante nel derby contro il Vicenza ma riscatto immediato contro il Sassuolo. I veneti hanno problemi con lo stadio casalingo Mecchia, il terreno amico sarà indisponibile per le prime 5 gare interne relegando la formazione lagunare a giocare sempre in trasferta.
Per il Frosinone invece si torna in casa dopo due trasferte terribili in cui i ciociari hanno ottenuto due pareggi importanti e cercano con forza la prima vittoria stagionale.
Si gioca alle ore 15 e non come nella scorsa stagione alle 16 e questa è una novità assoluta.
Arbitro dell’incontro il signor Cervellara di Taranto.
Pochi spettatori e protesta del tifo organizzato frusinate, infatti i storici tifosi Uber alles sono in sciopero e lo saranno per tutto il torneo, è presente anche una piccola fetta di tifosi ospiti non più di 10 coraggiosi vista la lunga distanza che separa le due città.
 Mister Carboni deve fare a meno di Cariello, Gucher e Faccioli e a sorpresa si affida a  Stellone dal primo minuto: solito 4-4-2 con Sicignano tra i pali, Catacchini, Terranova, Guidi e Bocchetti in difesa, Centrocampo con Basso, Bottone, Grippo e Lodi, in attacco Santoruvo e Stellone. Gli ospiti rispondono con un 4-3-1-2 con Cunico alle spalle di Pià e Altinier.
Primi venti minuti con il Frosinone che parte forte, diverse le conclusioni che creano scompiglio alla retroguardia ospite, il portiere Rossi deve esaltarsi prima su conclusione di Bocchetti e poi miracolo su conclusione di Lodi, dove non arriva l’estremo difensore ci pensa il palo a strozzare il grido del goal a Bocchetti che centra il legno a  portiere battuto.
Finisce sul taccuino e non è la prima volta in questo torneo Grippo.
Finisce il  primo tempo dopo due minuti di recupero.
La ripresa inizia con gli stessi protagonisti del primo tempo ma dopo due minuti cambia la fisionomia della gara, minuto 47° Catacchini dalla trequarti scodella un cross con il compasso si avventa come un rapace il bomber Santoruvo che di testa anticipa il portiere Rossi e insacca per il vantaggio meritato dei ciociari 1 a 0.
Portogruaro stordito e colpito a freddo stenta a ripartire, si fa ammonire per simulazione il canarino Santotuvo e sono due ammoniti per il Frosinone.
Prova a reagire il tecnico Viviani che toglie al minuto 60 una punta Pià molto in ombra in campo al suo posto Tarana.
Risponde Carboni operando due sostituzioni esce Stellone al suo posto Sansone, Di Tacchio per Basso e schieramento che passa al 3-5-1.
Ancora un ammonito Catacchini per il Frosinone.
Occasione sciupata dai locali su corta respinta del portiere ospite ma la ripresa è più tonica per i ragazzi di Carboni che vogliono assolutamente questa vittoria.
Cambio per il Portogruaro entra Cardin per Pisani per provare a reagire.
Occasione per Santoruvo che legittima il vantaggio.
Altro cambio per gli ospiti  l’ultimo entra un centravanti puro Gerardi al posto di Cunico, per il Frosinone invece Di Carmine al posto di Santoruvo sicuramente il migliore in campo, il minuto l’81°.
Quattro minuti dopo rischia di trovare il pareggio il Portogruaro con Schiavon che con azione personale e prolungata mette in apprensione la retroguardia ciociara con parata di Sicignano.
Ammonito anche Di Tacchio e sono 4.
Ancora gli ospiti in arrembante attacco colpiscono la traversa con un colpo di testa di Gerardi, mamma mia.
Dopo questo spavento l’arbitro decreta la fine, finisce 1 a 0 per il Frosinone, onore agli ospiti ma la vittoria ci sta tutta, tre punti preziosi che fanno morale e classifica.
Sabato prossimo turno esterno per il Frosinone si va in casa del temibile Cittadella, per il Portogruaro invece seconda trasferta sul difficile terreno del Livorno.

 

Max Marzilli

 

39
Da: ; ---- Autore: