Aspettando S. Martino – Cambia la dislocazione delle cantine e si decidono i piatti del menù. Appuntamento per il 9 e 10 novembre nel centro storico con l’associazione culturale ‘Nuovi Segnali’ presieduta da Bernardino Bartolomei

ARCE – Macchina organizzativa in fermento per l’allestimento della sesta edizione della festa eno-gastronomica “Aspettando San Martino”, che si terrà come sempre nel centro storico del paese il 9 e 10 novembre.
Il coordinamento della manifestazione, sarà ancora una volta dell’associazione culturale “Nuovi Segnali” presieduta dall’instancabile Bernardino Bartolomei, con la collaborazione di numerosi associazioni cittadine. E già da alcune settimane, ogni venerdì sera, nei pressi della sala del museo della “Gente di Ciociaria”, si svolgono incontri per mettere a punto la manifestazione, raccogliere le nuove idee, i piatti da proporre e i gruppi musicali da far esibire. La prima delle novità del 2013 è rappresentata da una rivisitazione del percorso eno-gastronomico con il miglioramento delle postazioni delle cantine, che nell’ultima edizione hanno oltrepassato le quaranta unità. Altra novità è rappresentata dall’introduzione di un regolamento a cui si dovranno attenere tutti i cantinieri. L’organizzazione inoltre sta studiando i punti critici del centro storico al fine di evitare dei veri e propri ingorghi pedonali dovuti alla grande affluenza di pubblico. L’appuntamento, infatti, è divenuto in poco tempo una delle principali attrattive del paese richiamando migliaia di persone da tutta la Ciociaria, dalle province del Lazio, dall’alta Campania e dal vicino versante abruzzese. Senz’altro, quindi, un evento dai forti connotati turistici che potrebbe, se opportunatamente valorizzato, svolgere un ruolo di promozione del territorio. Intanto è partita anche la “gara” all’allestimento della cantina più bella e dalla proposta più originale. I piatti sono ancora top secret, ma a giorni si scatenerà la promozione dei vari gruppi per accaparrarsi la visita di più avventori possibili. Sempre in questi giorni si stanno completando anche le postazioni dedicate alla musica e all’animazione della festa. Tanto spazio verrà dedicato alla musica popolare, ma non mancheranno esibizioni di gruppi legati a generi più moderni.
15