Bassiano – Arce 2-1 – Superati sul piano del gioco. Confermati i problemi tecnico-tattici della gara di domenica scorsa, il cedimento nella seconda parte di gara e quindi il difendere ad oltranza un risultato per niente acquisito, non era solo un episodio, anche oggi dopo il vantaggio forse un po’ fortunoso, l’Arce ha aspettato gli avversari che meritatamente hanno risposto

Bassiano: Giubilei, Zazza, Cima, Cestra, Esposito, Pagnanelli, Bonanni, (25 st Benitez) Caiazzo, Lariola,(42st Campoli) Tarabonelli, ( 30st Apponi) Caponera. A disp.: Ferrante, Colapitro, Buggiani, Argento, Apponi, Benitez, Campoli. All.: Campolo 

Arce : Leonetta, Macioce, Iori, Iannitti, (43°pt Colella), Cappelli, Fiorentini, (16°st Musciano) Bottoni (15°st Di Vito), Massari  A., De Angelis, Ferdinandi, Valev. A disp.: Pesce, Di Vito, Tasciotti, Guida, Colella, Musciano, Massari  C.. all. Scagliarini

Marcatori : (Bassiano) Tarabonelli 45°pt, Lariola 31°st – (Arce) Iori 19°pt
Ammoniti : (Bassiano) Cestra, Lariola – (Arce) Iori, Iannitti, Bottoni, De Angelis, Ferdinandi, Colella
Arbitro : sig. Maranesi  di Ciampino

BASSIANO – La gara è stata quasi a senso unico, le occasioni di rilievo sono tutte a favore dei padroni di casa, c’è anche da rimarcare che la terna arbitraria non ha sfoggiato molta simpatia per l’Arce, da notare ben sei ammonizioni per i giallo-blu contro solo due  dei casalinghi ed una sistematica azione ad interrompere le ripartenze Arcesi. Gli episodi sono pochi e si comincia al 4° ed al 9° con l’asso Tarabonelli che si impone in  area ed imbecca bene la punta Lariola; nella trequarti Arcese è tutto un via-vai anche un po’ confuso, masono i padroni di casa a comandare, l’Arce si affida quasi sempre ai lanci su Valev, non ancora al meglio e su uno di questi possono disporre di uno dei pochi calci piazzati dal vertice alto di destra, batte il sempre efficace A. Massari e mette in area piccola, il caso vuole … che un difensore, Iori, si spinge fin sulla linea di porta e devia sottomisura in rete per il vantaggio Arcese, è il 19°.
La reazione del Bassiano è rabbiosa, ma abbastanza confusa, ed è l’Arce  a mancare di poco il raddoppio al 26° con Ferdinandi che si fa chiudere solo davanti a Giubilei, ancora al 30° Valev conquista palla a centrocampo sul filo del fuorigioco, avanza in linea con un ultimo difensore, copertissimo, alsuo fianco c’è De Angelis più libero, lo serve, il guardalinee di destra lo ritiene in fuorigioco. Le proteste sono alle stelle, ma c’è solo da rimediare ammonizioni e uno stato nervoso che non fa altro che il gioco dei padroni di casa che infatti accerchiano l’arce e raggiungono i pareggio con un bel lavoro di Lariola che tine palla spalle alla porta sui gira rapido e batte Leonetta sulla sua sinistra con un tiro improvviso ed imparabile, è il 45°, due minuti dopo si va al riposo.
Il secondo tempo è quasi un noia, si gioca solo tra le due tre-quarti, gli Arcesi impegnati a difendere con poche e confuse ripartenze, i padroni di casa a spingere aiutati sicuramente da un direttore di gara che sanziona duramente solo i falli dell’Arce; nelle rare occasioni, al 30° c’è comunque Lariola che servito dal neo entrato di colore Benitez, salta solitario a centro area e mette alle spalle dell’incolpevole Leonetta per il vantaggio. Da quel momento è lo smarrimento più completo degli uomini di Scagliarini che non riescono a trovare il modo di reagire  e la gara termina con la seconda sconfitta dell’Arce. I complimenti all’ex Pagnanelli per la bella partita, gli auguriamo che continui per tutto il campionato non senza rimpianto, mister Scagliarini deve comunque correggere più di qualche problema, le possibilità ci sono.

21
Da: ; ---- Autore: