Bassiano – Arce 2 a 0 – Nelle prime due gare del girone di ritorno, l’Arce incassa due sconfitte consecutive e a questo punto la situazione si fa critica per una ipotetica salvezza, si sta pagando a caro prezzo prima di tutto un girone d’andata disastroso e una poco competitiva geometria del gioco rispetto alla media delle squadre presenti nel nostro girone, nonostante le individualità del team Arcese siano di prim’ordine

BASSIANO (LT) –  Quest’oggi in campo si è visto solo l’Arce, i locali dopo una partenza rapida hanno dovuto ben presto cedere il passo alla mole di gioco espressa da Filosa, Belli, i due Massari e Bruni, dopo il primo quarto d’ora, dove Egidi sembrava scatenato, è l’Arce ad avere le più ghiotte occasioni per passare, già al 15° Belli divora la fascia destra, si accentra e batte, Bicocchi respinge, ancora al 17° e al 20 stessa azione, ma Bruni a mandare a fil di palo, al 27° sempre lui Belli serve da destra Pagnanelli piazzato al centro area  picchia forte addosso al numero uno locale, al 34° fa tutto Filosa dalla sua sinistra, serve sul filo del fuorigioco  Bruni che si presenta da solo davanti al portiere che riesce a chiudergli lo specchio della porta. Si dice” gol mangiato gol subito”, al 43° comincia il balletto del direttore di gara e dei suoi assistenti, si inventa  un calcio di punizione dal vertice sinistro rispetto al gioco del Bassiano per un presunto fallo di mano di un difensore Arcese con le braccia attaccate alla vita, punizione diretta battuta dal n. 6 Feudi in mezzo alla mischia, Di Girolamo la vede all’ultimo momento e va a raccogliere la palla in fondo alla rete per il vantaggio dei padroni di casa, quasi non ci credono nemmeno loro, si va al riposo
Dicevamo prima dell’entrata in gioco come dodicesimo uomo, l’incompetenza del direttore di gara, i padroni di casa cominciano, forse giustamente, a rallentare il gioco, sanno della pericolosità degli attaccanti gialloblu, dal 6° minuto circa il numero uno locale rimane a terra, forse colpito da qualche malore da tre punti , per abbondanti sei o sette minuti, si rialza dopo aver bevuto acqua santa,  e si riprende il gioco decidendo con la dovuta calma quale potesse essere il punto di battuta di un fallo laterale, quando si può, Belli e compagni bruciano il terreno di gioco, al 16° uun bel fraseggio sulla destra Massari -Filosa, porta al tiro il bravo Bruni, la palla lambisce il palo opposto, a questo punto qualcuno si rende conto che sostenere il risultato fino alla fine con l’Arce che vuole quanto meno recuperare, è molto difficile, al 33°, in una delle sporadiche azioni d’attacco dei padroni di casa, da un’azine sulla fascia sinistra del pur bravo attaccate del Bassiano, il n. 9 Egidi, trova la difesa dell’Arce sbilanciata in avanti, come purtroppo capita spesso, prosegue verso la porta con un buon vantaggio, affronta Di Girolamo in uscita  che gli chiude lo specchio della porta, l’ingenuità dell’attaccante, lo porta a passare il pallone verso il centro al nuovo entrato  Ricciotto che seguiva l’azione in una posizione di madornale fuorigioco, il ragazzo spinge la palla in rete, tutti fermi ad aspettare la regolare punizione per netto fuorigioco e invece prima il guardalinee poi il direttore di gara indicano il centro assegnando una rete inesistente che tagliava completamente le gambe ad una possibile rimonta Arcese. Succedeva di tutto in campo, ma si riprendeva a giocare aspettando un sostanzioso recupero ma l’attento sig Cerquozzi di Roma riteneva che bastavano solo quattro minuti per assegnare ai padroni di una immeritata vittoria che penalizza solo i migliori in campo.
I tabellini:

 

Bassiano: Bicocchi, Mercuri, Simonelli, Gassioli, Dongu, Feudi, Bonanni, La Rocca, Egidi, Cocuzzi, Funari. A disp.: Ferdinandi, Blundo, Di Vito, Ricciotto, Pignatello, Greco. All. sig. Rossi
 
Arce: Di Girolamo, Della Bona, Casavecchia, Massari A., Pescia, Pagnanelli, Filosa, Vittorelli, Massari C., Bruni, Belli. A disp: La Valle, Grimaldi, Casciano, Cerullo, Faustini, Arcese, D’Angelo. All. sig Mollicone
 
Marcatori:  Feudi  44° pt,  Ricciotto 33° st  (Bassiano)

 

Sostituzioni: (Bassiano) Ricciotto x Funari, Pignatello x La Rocca – (Arce) D’Angelo x Casavecchia, Faustini x Belli, Arcese x Bruni

 

Ammonizioni: Dongu (Bass.) – Belli, Vittorelli, Filosa (Arce)

 

Dirett. di gara sig. Cerquozzi di Roma 1

 

 
31
Da: ; ---- Autore: