BK Boville – V. TdB Cassino 67-48 – Nella seconda giornata di campionato, arriva un altro k.o. per la Virtus TSB sconfitta in quel di Marino dal Bk Boville con il punteggio di 67 a 48

BK BOVILLE
Marilungo, Lucidi 9, Celesti 17, Fabi 8, Melone 2, Mucciarelli 2, Vecchio 14, Cadoni, Stile 12, Apa 3
VIRTUS TSB CASSINO
Iafano, Lepore 4, Rivetti 11, D’Amore 9, Cipriano 16, Mangiante 1, Schiavi, Onomo De Feo 2, Iannetta 4, Ferrara 1
PARZIALI 15-16 / 37-29 / 61-41 / 67-48
ARBIRTI Ambrosetti A.,  Giannuzzi D.

Partono bene i cassinati che trovano il vantaggio grazie alla tripla di D’Amore e alla solita giocata sotto canestro di Cipriano. Vantaggio che si esaurisce in breve tempo, i padroni di casa recuperano e da quel momento il Cassino è costretto a rincorrere: sul 15 pari a pochi secondi dalla fine del primo quarto Apa infila la tripla del 18-15. Nel secondo quarto la Virtus perde i primi punti per strada fallendo dalla lunetta con Cipriano e Rivetti, non sbaglia invece il Boville che trascinata dalle giocate di Lucidi (5 pts solo nel secondo quarto) termina la prima frazione di gioco sul +8 (29-37). Ma è il secondo quarto che piega definitivamente le speranze degli uomini di coach Caprile: Mangiante continua a sbagliare tiri facili (0 su 8 da 2) e Cipriano, nonostante a fine gara sarà il migliore dei suoi, continua a fallire dalla lunetta (0 su 7), poche idee per Lepore che, costretto a fare gli straordinari (38 i minuti da lui giocati), fatica ancora a trovare il ritmo partita. Celesti si rivela l’uomo in più del Bk Boville, con 10 punti solo nel terzo quarto porta i suoi al massimo vantaggio (41-61). Nell’ultimo quarto i padroni di casa gestiscono bene il vantaggio (6-7 il parziale) chiudendo l’incontro sul 67 a 48.
In casa Virtus la sconfitta arriva contro una squadra che, data la qualità dell’organico, è sicuramente quotata alla vittoria finale; complice della sconfitta i tanti punti persi dalla lunetta (6 su 18), i quali a conti fatti avrebbero fatto la differenza, e le palle perse in fase di gestione (22 quelle di oggi). C’è tanto da lavorare per coach Caprile che, in un gruppo tutto nuovo,sta trovando le prime certezze in Cipriano (in totale 30 punti, 29 rimbalzi, 12 falli subiti) e Rivetti (24 punti, 19 rimbalzi, 10 falli subiti); faticano ancora Mangiante e Lepore, gli uomini di qualità da cui ci si aspetta sicuramente di più. Tirando le somme in fase difensiva la Virtus lavora bene e subisce nella media, d’altro canto l’attacco mostra poche idee e una percentuale realizzativa molto bassa (38%).

 

 

41
Da: ; ---- Autore: