Bollette pagate in ritardo – Sotto accusa il servizio postale

More nei pagamenti grazie ai ritardi nella consegna della corrispondenza. Ancora una volta il servizio di Poste Italiane viene messo sott’accusa. Questa volta a protestare è il Movimento Cittadino “Arce per Arce” che, tramite il suo presidente Antonio Fraioli, ha esternato formale protesta nei confronti dei dirigenti della società. «Quanto accade nella consegna della corrispondenza qui ad Arce – sostiene Fraioli – non è più tollerabile. In questi giorni, infatti, i cittadini di Arce stanno ricevendo le bollette dell’Enel e della Telecom con scadenza 25 agosto. Le buste contenenti gli estremi di pagamento non sono timbrate e pertanto gli utenti, pagando in ritardo e non per colpa loro, saranno costretti a pagare la morosità non potendo giustificare per il ritardo delle Poste. Mi chiedo – ha aggiunto il presidente – cosa fanno al centro di raccolta di Pontecorvo. L’Enel e la Telecom, invece di addebitare la morosità agli incolpevoli utenti, perché non contestano il disservizio alle Poste?». «Bisogna ancora sopportare – ha concluso Fraioli – le prepotenze di questi ben remunerati dirigenti che, a quanto si vede, probabilmente, non riescono al loro dovere».

22