Cassino – P C Fondi 2-0 – Il Cassino festeggia l’agognata salvezza grazie al successo all’inglese maturato nel match di ritorno degli spareggi play-out contro la Pro Calcio Fondi

Cassino: D’Aguanno, Ferdinandi, Vendittelli, Palma, Cappelli, La Manna, Di Vito, Lombardi, Bucolo (73’ Marsella), Pittiglio, Letterese. A disp.: Pocino, Capocci, Di Stasio, Giorgio, Martucci, Sambucci. All.: Barbabella.

Pro Calcio Fondi: Paparello, Allard, Pannozzo, Soscia, Di Fazio, Montano, Vuolo, Fazzone(58’ Rosati), Sampaolo, Sorrentino, Papa (73’ Stravato). A disp.: Perretta, Di Lieto, Germano, Auricchio. All.: Di Fazio.

Arbitro: Leo di Roma 2.
Assistenti: Marini e Popolla di Ciampino.
Marcatori: 28’ Bucolo (C), 90’ Pittiglio (C).
Ammoniti: Lombardi, Letterese (C); Allard, Di Fazio, Papa (F).
Espulsi: al 77’ Sorrentino (F) per ingiurie verso l’assistente.
Note: al 49’ D’Aguanno para un calcio di rigore a Sorrentino.

CASSINO – Al Salveti hanno replicato Bucolo e Pittiglio, gli stessi marcatori dell’andata, mettendo il sigillo su un traguardo senza dubbio meritato che giunge al termine di un’annata travagliata in cui la neonata società azzurra ha maturato l’esperienza necessaria per ripartire, nella prossima stagione, puntando a traguardi ben più ambiziosi come da programma. La cronaca del confronto con la compagine pontina allenata da Di fazio ha visto un sostanziale equilibrio nei primi minuti di gioco. Il Cassino, forte del vantaggio accumulato nel match d’andata, ha controllato agevolmente le operazioni, rischiando solo su un calcio piazzato di Sorrentino finito di poco a lato dopo due giri di lancette. Poi, è stato un monologo azzurro: Letterese all’ottavo fa le prove generali su punizione. Dal suo sinistro infatti, al minuto ventotto, è partita una traiettoria beffarda per l’estremo difensore Paparello che dopo aver deviato maldestramente la sfera sulla traversa, nulla ha potuto sul pronto tap-in di testa di Bucolo che ha mandato in visibilio il buon numero di tifosi accorsi al Salveti. Trovato il vantaggio, il Cassino ha iniziato a giocare sul velluto. La reazione del Fondi è stata tutta in una debole girata di Soscia che non ha impensierito D’Aguanno. Allo scadere di prima frazione, sempre Letterese ha colto la traversa su calcio piazzato. Nella ripresa pronti via e Di Vito ha sprecato una ghiotta occasione spedendo a lato di testa. Sul capovolgimento di fronte, il direttore di gara ha assegnato un penalty al Fondi per una trattenuta in area di Cappelli ai danni di Sampaolo. Dal dischetto però, Sorrentino si è lasciato ipnotizzare da D’Aguanno che ha deviato la sfera in corner. A questo punto la già sterile iniziativa del Fondi si è placata, con il Cassino abile a gestire il vantaggio pronto a colpire di rimessa. Al ventesimo La Manna ha pescato Di Vito con un lancio calibrato ma il folletto cassinate ha perso il tempo tergiversando in area. Dopo cinque minuti, ancora Di Vito si è divorato un gol praticamente fatto non trovando lo specchio della porta dall’altezza del dischetto del rigore. A sette dallo scadere Letterese ha servito Ferdinandi sulla destra che ha centrato per Di Vito che in spaccata sfiora il raddoppio, arrivato solo al novantesimo grazie ad un’azione personale conclusa da Pittiglio con un preciso diagonale all’angolino basso alla destra di Paparello. Al triplice fischio dell’arbitro inizia la festa in casa azzurra: il Cassino del presidente Vendittelli e dei tifosi azzurri è salvo. L’anno prossimo sarà ancora Promozione.

 

32
Da: ; ---- Autore: