Cassino spettatore del trionfo stabiese, Isola Liri sconfitta casalinga pesantissima – Penultima di campionato e due sconfitte per le nostre formazioni impegnate nella Lega Pro, se quelle del Cassino non ha effetti collaterali, quella della formazione di Sandro Grossi è clamorosa e deleteria per la stagione isolana

Il Melfi ottiene la vittoria inguaiando definitivamente la formazione isolana che a meno di clamorosi sconvolgimenti sarà costretta a giocarsi la salvezza nella roulette dei play-out.

Peccato una vittoria avrebbe consentito agli isolani di rimanere agganciato alla Scafatese che ora procede i ciociari di tre lunghezze, domenica ultima giornata con la trasferta siciliana contro il Gela che nulla ha da chiedere al campionato, una vittoria darebbe con una sconfitta della Scafatese la salvezza diretta ma sperare che i campani non facciano punti in casa contro il Noicattaro è molto improbabile, se così non fosse la salvezza passerà per gli spareggi, FORZA SANDRO SIAMO TUTTI CON TE.

Spettatore non pagante il Cassino che nella cornice dello stadio Romeo Menti ai piedi del Vesuvio perde con il più classico dei risultati all’inglese, 2 a 0 per le vespe stabiesi che approfittando del simultaneo pareggio del Catanzaro casalingo contro il Brindisi consegna il campionato ai campani che alla fine hanno dato sfogo a tutta la loro gioia salendo in lega pro prima divisione con una giornata d’anticipo. COMPLIMENTI.

Mister Pellegrino usa una formazione alquanto insolita, tornano protagonisti Bica Badan, Giannone, Bardeggia, Romeo in campo, Paletti insieme a Suarino in panca, mancano per infortunio Jefferson e Bracaletti rimasti a Cassino, non sta bene Mezgour che si siede acconto al mister a guardare la gara.

Già la gara, il Cassino la interpreta lungamente alla maniera giusta con una dedizione tattica che sarebbe servita in alcuni incontri persi in malo modo, la partita disputata sul sintetico di Castellammare di Stabia era un test per chiudere la stagione in trasferta nel migliore dei modi.

L’avversario ha risposto colpo su colpo passando in vantaggio sull’unico errore del Cassino, da quel momento e fino alla fine la gara si è giocherellata a bassi ritmi con il tecnico azzurro che ha dato spazio anche a Morello, Suarino e Berardi.

Nella ripresa il goal del raddoppio e le esternazioni di gioia dei tifosi che hanno prima trepidato al vantaggio del Catanzaro e poi esultato fino alla pazzia prima la momento del pareggio brindisino e poi al triplice fischio di chiusura che ha sancito il passaggio alla categoria superiore.BRAVI.

Domenica finalmente si mette fine alla stagione del Cassino che allo stadio Salveti riceverà la visita della Cisco Roma del ciociaro Incocciati, la terza squadra romana non ha più stimoli visto che da tempo ha raggiunto il suo obbiettivo minimo i play-off, quindi potrebbe essere l’occasione buona per la truppa del presidente Murolo, oggi assente sulle tribune campane di vincere e chiudere a 51 punti, un buon bottino purtroppo non utile per i play-off, peccato sarà per il prossimo anno PAZIENZA PERMETTENDO. Anche in questa trasferta presenti almeno una trentina di tifosi cassinati a dimostrazione, se mai ce ne fosse bisogno, dell’amore per la loro squadra che purtroppo per tanti motivi e molti non adducibili alle loro responsabilità non hanno avuto la giusta ricompensa. FORZA CASSINO

 

Max Marzilli

 

29
Da: ; ---- Autore: