‘Chiede sacrifici ai cittadini ma poi l’Amministrazione approva spese superflue’ – Polemiche sui fondi destinati ai “Dissonanti”

ARCE – Polemiche sulla giunta comunale per lo stanziamento di 2.750 euro relativo al pagamento del pullman per la trasferta tedesca del complesso musicale “I Dissonanti”.
«L’amministrazione comunale chiede pesanti sacrifici ai cittadini e nello stesso tempo fa spese superflue che, in questo particolare momento di crisi, assumono i connotati di una vera e propria beffa».
Il consigliere Emanuele Calcagni si dice indignato della notizia secondo la quale il Comune di Arce ha compartecipato alle spese della trasferta ad Heidelberg del gruppo musicale arcese, con al seguito una cinquantina di persone.
«Siamo stati ore ed ore a discutere in consiglio comunale – ha detto risentito l’ex assessore – per cercare il modo di far risparmiare qualche centesimo ai cittadini e allo stesso tempo salvaguardare il bilancio comunale. Si è parlato di tagli alla spesa, riduzioni degli sprechi e di minor costi, chiedendo sacrifici e senso di responsabilità a tutti. Poi, però, apprendiamo che lo stesso giorno la giunta ha approvato una delibera con la quale eroga un contributo che sfiora i tremila euro. Cifra che graverà sul bilancio comunale e che serve a pagare la trasferta di un gruppo musicale locale che, nonostante le finalità meritevoli, rimane pur sempre un’entità privata. Tra l’altro – aggiunge ancora Calcagni – non si capisce come mai si debba pagare il viaggio non solo ai componenti del gruppo, ma anche ad oltre quaranta persone che li accompagnano. Mi chiedo con quale coraggio questa amministrazione approvi certi atti e quale possa essere la loro credibilità sulla gestione del denaro pubblico. Un atteggiamento irrispettoso e irresponsabile – ha concluso il consigliere che deve far riflettere seriamente e sul quale chiederemo conto».

16