Cittadinanza onoraria ad Antonio Molinari – La cerimonia si svolgerà alle ore 18 durante il Consiglio comunale. Tra gli ospiti il prefetto Eugenio Soldà e il presidente di Unindustria Pigliacelli, e in assise approda anche il bilancio

COLFELICE – Il Consiglio comunale del paese conferisce la cittadinanza onoraria ad Antonio Molinari, amministratore delegato della Molinari Spa, produttrice della famosa ‘Sambuca’.
La cerimonia è prevista alle 18 nella sala consiliare del palazzo municipale. Affianco al sindaco Bernardo Donfrancesco interverranno il prefetto di Frosinone Eugenio Soldà e, per l’Unindustria Frosinone, il presidente Marcello Pigliacelli e il direttore Maurizio Carboni. Saranno presenti altresì i numerosi dipendenti dello stabilimento Molinari e i loro familiari. Le motivazioni che hanno indotto l’amministrazione comunale  a conferire il riconoscimento della cittadinanza onoraria ad Antonio Molinari sono molteplici.
«Esiste, in primo luogo, un sincero e proficuo rapporto di amicizia e di collaborazione – ha spiegato il sindaco – tra questo Comune e la famiglia Molinari fin da quando, nel 1972/73, Angelo Molinari, straordinario imprenditore dotato di sagacia e intraprendenza, creatore della famosissima Sambuca Molinari e fondatore dell’azienda omonima, decise di installare a Colfelice un moderno stabilimento di produzione della Sambuca. La realizzazione dello stabilimento fu piuttosto rapida e la produzione ebbe inizio nel 1974. Da quella data il nome di Colfelice, riportato sulla celebre etichetta della Sambuca, ha fatto il giro dell’Europa e di tutto il mondo. Di ciò questa amministrazione e questa comunità non possono che essere fiere. Negli anni successivi abbiamo visto consolidarsi e accrescersi un legame di stima e di affetto che è andato ben oltre la presenza dello stabilimento nel nostro Comune. L’amministrazione comunale, le maestranze impiegate nello stabilimento e la comunità cittadina hanno potuto apprezzare le doti di impegno, rettitudine e signorilità della famiglia Molinari: di Angelo (scomparso nel 1981) e dei figli Mafalda (nata ad Acuto), Marcello (scomparso nel 2008) e Antonio».
Proprio Antonio Molinari, il più giovane dei fratelli, è oggi amministratore delegato dell’azienda. Quando alla Sambuca Molinari nacque, nel 1945, Antonio aveva solo 5 anni e il suo compito era quello di mettere i tappi alle bottiglie di quel liquore forte e dolce, dalla formula segreta: «Quel profumo intenso m’inebriava, lo facevo con tanta buona volontà…», ricorda oggi. Figlio di Angelo e di Ermelinda Cori, la quale peraltro è di Acuto, Antonio ha assunto la conduzione dell’azienda nel 1987: «dotato di capacità imprenditoriali e aziendali, di forte volitività, di grandi abilità di intuizione e conoscenza dello specifico settore aziendale, oltre che di grande sensibilità umana e culturale, ha saputo guidare agevolmente la società, pure in momenti di crisi dell’economia e dei consumi, incrementando la produzione e introducendo sul mercato nuovi prodotti, anche in partnership con altre aziende di prestigio in campo nazionale e internazionale. E, con grande amore del proprio Paese, ha resistito al tentativo di cedere l’azienda a società straniere o multinazionali, come hanno fatto altre aziende dello stesso settore», ha aggiunto Donfrancesco.
Oggi Antonio Molinari è aiutato dai figli Angelo, Inge e Mario, ma lui resta sempre il dominus assoluto, l’uomo di tutte le scelte. Nel suo studio campeggia il motto «I cattivi ogni tanto si riposano, i cretini mai». E degli altri produttori dice: «Non abbiamo competitors, ma solo colleghi».
Attualmente, le bottiglie prodotte sono oltre 10 milioni all’anno, per un fatturato complessivo di oltre 70 milioni di euro. La Molinari S.p.A. è distribuito e presente in oltre 70 Paesi, tra i quali la Germania, la Spagna, la Russia, l’Ucraina, L’Olanda, la Grecia, la Gran Bretagna ed anche la Cina e l’India, dove è riconosciuta e apprezzata quale marchio rappresentante del Made in Italy. In ricordo del padre della “Sambuca”, Angelo Molinari, Antonio Molinari e gli altri familiari hanno istituito la Fondazione ‘Angelo Molinari onlus’ a carattere scientifico che si occupa principalmente di ricerca in campo medico; di progetti e programmi di educazione e promozione della salute; di campagne di tutela e assistenza per le fasce più deboli della popolazione; di promozione e potenziamento di strutture ambulatoriali specialistiche; di convegni, congressi e corsi teorici-pratici di perfezionamento su tematiche di carattere medico – scientifico.

COLFELICE – Il bilancio di previsione approda in assise. Lo strumento economico sarà discusso questo pomeriggio alle ore 17 durante la seduta del consesso civico.
Il Consiglio si occuperà, in apertura, della verifica della quantità e della qualità delle aree e dei fabbricati da destinare alla residenza e alle attività produttive e terziarie che possono essere cedute in proprietà e in diritto di superficie. Quindi le parti si confronteranno sull’approvazione del programma triennale dei lavori pubblici per il triennio 2012 – 2014. Il primo cittadino elencherà i lavori di competenza dell’anno 2012. All’ordine del giorno, infine, anche il bilancio annuale di previsione dell’anno in corso, e la relazione previsionale e programmatica per il triennio 2012 – 2014, oltre che il bilancio pluriennale 2012 – 2014.
 

14