Colantonio nel mirino dell’assessore al Bilancio – Ora si punta a chiedere una verifica da parte della Corte dei Conti sugli esborsi effettuati

Maggiori aggravi al bilancio comunale, l’assessore alle Finanze bacchetta i suoi predecessori. Una breve parentesi ma pungente quanto basta, quella che l’assessore Katia Germani ha aperto nel corso della seduta dell’ultimo consiglio comunale, e rivolta in particolar modo all’ex collega di maggioranza Vincenzo Colantonio, che non ha partecipato ai lavori dell’assemblea. La Germani, infatti, nel relazionare all’assise le variazioni e gli sì assestamenti di bilancio che l’amministrazione si è trovata a dover affrontare, ha fatto notare come la gran parte delle somme siano riconducibili al settore Ambiente. Un riferimento che è apparso come una critica diretta all’operato dell’ex consigliere di maggioranza Colantonio ed ora esponente dell’opposizione.
«Mi sarei aspettato un’assunzione di responsabilità con quanto questo consiglio si appresta oggi ad approvare. E invece, mi piace constatare l’assenza di coloro che in qualche modo avevano, in quel particolare settore, una qualche responsabilità politica».
Probabilmente l’assessore al Bilancio e alla Pubblica Istruzione si riferiva alle somme che il comune ha dovuto trovare per coprire quei centomila euro in più da destinare al servizio rifiuti e ai maggiori costi del conferimento in discarica. Non solo. L’assessore al momento della votazione dei debiti fuori bilancio ha chiesto al segretario comunale di integrare la deliberazione di ogni scheda, con un esplicito riferimento alle eventuali responsabilità di danno erariale che potrebbero essere riscontrate dalla Corte dei Conti e riferite a coloro che hanno dato luogo al debito in assenza di copertura contabile.

17