Comune ‘intrappolato’ nella Comunità montana – La Regione boccia l’uscita dall’ente presieduto da Giovannone

ARCE – Dentro la Comunità Montana nonostante la delibera d’uscita votata dall’amministrazione Simonelli.
Sarebbe arrivato in questi giorni, all’ente di via Milite Ignoto, un’importante parere della Regione Lazio.
Questo documento chiarirebbe senza ombra di dubbio che il comune di Arce è a tutti gli effetti membro dell’ente territoriale montano, nonostante la volontà espressa in senso opposto della massima assise civica.
Un nuovo colpo di scena con la quale l’amministrazione della “fontana” dovrà fare i conti in tempi brevi e che va ulteriormente a gravare sui rapporti con la presidenza dell’ente di via La Criscia, già traballanti per le note vicende riguardanti i locali dell’ex mercato coperto.
Il parere della Regione sarebbe stato richiesto dall’assessorato al Bilancio all’indomani di un’intensa corrispondenza avvenuta tra gli uffici dei due enti, tesa a riconoscere le quote sociali che il comune dovrebbe versare nelle casse della Comunità Montana.
A quanto pare i dirigenti regionali avrebbero fatto riferimento alla legge di riordino degli enti montani e ad un iter avviato, ma mai concluso.
Se e vero che i consigli comunali erano chiamati a decidere l’appartenenza ad un solo ente territoriale è altrettanto vero che quella riforma non sarebbe stata mai completata e quindi, di conseguenza, Arce è sempre rimasta nell’ente guidato da Dino Giovannone. Lo stesso, infatti, in più occasioni, aveva dichiarato pubblicamente che il deliberato del comune di Arce non ha mai prodotto effetti. Di fatto però, almeno uno, lo ha prodotto: il comune di Arce non ha mai rinnovato i suoi rappresentanti all’interno del consiglio comunitario e di conseguenza non ha partecipato alle decisioni del’ente. Insomma, oggi, il comune si troverà a dover pagare le quote e non aver inciso minimamente sulla gestione politica della Comunità. Un dato di fatto che ora impone delle decisioni urgenti.
E proprio oggi la maggioranza dovrebbe incontrarsi per decidere la linea da seguire.

17