Costruire un paese vivibile – Il primo cittadino uscente fa anche il bilancio delle tante cose realizzate. ‘Abbiamo rimesso in ordine i conti pubblici evitando di aumentare le tasse’. ‘La raccolta differenziata dei rifiuti ha raggiunto percentuali alte’. ‘Impegnati per la messa in sicurezza gli edifici scolastici circa due milioni di euro’

«Il 25 maggio sei chiamato a decidere: su di te, esclusivamente, grava la responsabilità di una scelta i cui effetti si produrranno sulla nostra comunità».
Chiaro il messaggio lanciato dalla lista “Liberamente Arce” che vede candidato il sindaco uscente Roberto Simonelli e che si rivolge direttamente ai cittadini.
«Dovrai scegliere i nostri amministratori per i prossimi cinque anni, spiega infatti lo stesso Simonelli – «Liberamente per Arce” ti invita a percorrere, insieme alla sua squadra, la strada, faticosamente tracciata, ma già “visibile” e che segna la differenza con altri percorsi e “trascorsi”: la strada del rispetto delle regole e delle persone, tutte, nessuna esclusa. E’ un percorso appena intrapreso che ancora non ha permesso di raggiungere tutte le mete, ma è certamente e indubitabilmente un sentiero “pulito”, ormai privo di insidie, visibile, percorribile senza “costi aggiuntivi” o profitti per qualcuno, che porta direttamente all’obiettivo: garantire la possibilità concreta di “star meglio” tutti, di star bene nella nostra Arce. Lungo il sentiero che ti indichiamo, alcune “opere” sono già visibili e costituiscono le pietre miliari che abbiamo costruito nel nostro mandato amministrativo; costituiscono altresì le premesse concrete per l’ulteriore cammino che intendiamo, con il tuo consenso, proseguire. Le nostre realizzazioni più evidenti: la scuola; la raccolta differenziata; il bilancio “in ordine”; il rispetto delle regole. La squadra amministrativa di “Liberamente per Arce”, ripristinando il rispetto delle regole: ha messo in sicurezza gli edifici scolastici. Si è trattato di un intervento strutturale necessario e impegnativo che è costato complessivamente circa 2 milioni di euro; ora Arce ha sicuramente gli edifici scolastici tra i più sicuri ed efficienti dell’intera provincia. Ha organizzato la “raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani” che ha raggiunto, anche e soprattutto grazie al grande senso civico dei cittadini, percentuali molto alte; essa interessa tutto il territorio e verrà completata con la strutturazione dell’isola ecologica. Ha messo ordine nel bilancio comunale. Al momento del proprio insediamento l’Amministrazione uscente ha trovato un bilancio dissestato: le casse erano vuote, fornitori e creditori venivano pagati “a discrezione” non era possibile ipotizzare spese neppure per assicurare i servizi minimi di manutenzione e di quelli che costituisscono impegno quotidiano dell’Amministrazione. Il Bilancio comunale al momento è in ordine e ciò ci ha permesso di non aumentare imposte, né di prevederne nuove e di effettuare lavori ancora in corso. Certo i mutui accessi dagli amministratori (i cui nomi puoi ancora trovare nella “lista numero 1”), gravano su tutti noi per circa 500mila euro all’anno fino al 2034. Di questo sappiamo tutti chi ringraziare. Su queste premesse concrete, “Liberamente per Arce”, con una squadra parzialmente rinnovata ma dotata dello stesso spirito, dello stesso metodo, della stessa presentabilità, lo stesso senso civico, chiede la tua fiducia per proseguire ancora il cammino.
Il nostro programma non è il libro dei sogni incompiuti e irrealizzabili né un elenco di promesse: è invece, il manuale operativo di un’Amministrazione che, superate l’emergenza e le difficoltà “operative” e strutturali, può dedicarsi con scrupolo e passione alla cura e alla soddisfazione degli interessi e dei bisogni della nostra comunità. Così, lo sviluppo di Arce si realizzerà attraverso l’attenzione a diversi settori: partecipazione e servizi on line, trasparenza, scuola, cultura, territorio ambiente ed energie. Si realizzerà se tu lo vorrai, grazie alla “faccia” presentabile, all’impegno e alle competenze che la nostra squadra mette, nuovamente a tua disposizione, a disposizione del nostro paese. Oggi infatti, ti restituiamo Arce in condizioni decisamente migliori di quelle in cui l’abbiamo trovata cinque anni fa. Vogliamo portare a termine il nostro “sogno” (che si sta concretizzando) di dar vita ad un paese vivibile e in cui è bello vivere! Chiediamo perciò, la Tua fiducia perché con le nostre idee, per il nostro modo di essere, con il nostro modo di fare possiamo completare un progetto di vita comunitaria attento ai bisogni di tutti, nessuno escluso. Noi ci siamo: con la nostra faccia pulita e presentabile, con la nostra passione civile, con il nostro rigore morale e professionale, con il nostro ottimismo. Se sarai con noi, con la squadra di “Liberamente per Arce”, potrai essere l’artefice della rinascita di Arce.
 

16