Cure termali 2010 – Tutte le modalità per accedere

Entro il 31 dicembre 2009, scade la presentazione delle domande per accedere alla prestazione delle cure termali, essa va presentata alla Sede Inps di residenza del lavoratore. La domanda può essere presentata anche tramite uno degli Enti di Patronato riconosciuti dalla legge. Sul modulo di domanda è già inserito un certificato sul quale il medico di fiducia del lavoratore deve indicare la malattia per la quale vengono chieste le cure termali.

Le cure termali, è’ una prestazione che l’Inps può concedere per evitare, ritardare o rimuovere uno stato di invalidità. Hanno diritto alle cure termali tutti i lavoratori dipendenti e autonomi iscritti all’Inps. La prestazione non spetta né ai familiari degli assicurati né ai titolari di pensione di qualsiasi tipo, a meno che non siano titolari di assegno di invalidità.

Le condizioni per poter fruire delle cure termali: sono necessari cinque anni di assicurazione presso l’Inps e tre anni di contribuzione nel quinquennio precedente la domanda.

Le cure possono essere praticate per forme bronco-catarrali e reumo-artropatiche.

Il costo delle cure è a carico del Servizio Sanitario Nazionale; quello del soggiorno è a carico dell’Inps.

L’assicurato è tenuto al pagamento del "ticket" nella misura prevista dalla legge.

Le spese per il viaggio di andata e ritorno sono a carico dell’assistito.

Le cure termali possono essere effettuate soltanto per cinque anni, fatta eccezione per alcuni casi particolari individuati dai medici dell’Inps.

Sul sito dell’Inps, si possono trovare tutti i riferimenti, gli alberghi e centri convenzionali.

Share Button