Dall’accademia russa di belle arti il primo riconoscimento a un italiano – Laura honoris causa in fine arts per Vincenzo Bianchi

ROCCADARCE – Senza confini l’arte del professor Vincenzo Bianchi.
Il noto scultore di Fontana Liri, cittadino onorario di Rocca d’Arce, continua a far  parlare di se il mondo intero. Bianchi, infatti, è un importante veicolo di arte, cultura e di pace. Le sue opere toccano tutte le parti del mondo e molteplici sono i riconoscimenti che lo scultore ciociaro riceve. Ultimo in ordine cronologico è il riconoscimento che lo scultore ciociaro riceve. Ultimo in ordine cronologico è il riconoscimento conseguito presso l’accademia delle Belle Arti di Mosca. Alla presenza di numerose personalità del mondo politico e culturale della Russia il professor Bianchi ha conseguito la Laurea doctorem honoris causa in fine arts, dalle mani del presidente dell’accademia russa delle belle arti, Tsereteli Zurab, quale attestazione di stima e di gratitudine per tutto ciò che il professor Bianchi durante gli anni è riuscito a rendere alla collettività. Nella cerimonia, alla quale erano presenti tra gli altri il Ministero della Cultura della Federazione Russa, Vladimir Medizinskij, il segretario di stato e vice ministro alla Cultura, Grigoryj Ivliev, il mondo della cultura e dell’arte russa ha voluto onorare il professor Bianchi con il titolo di Accademico dell’Accademia  Russa delle belle arti. Un attestato di stima e di fratellanza, quello che la Russia fa al professor Bianchi, che dimostra il forte legame che c’è tra l’artista ciociaro e la Russia. Quella conseguita da Bianchi rappresenta una onorificenza storica: è la prima volta, infatti, che un italiano riceve un importante riconoscimento dall’accademia russa. Il legame tra Bianchi e la Russia si fonda su una collaborazione artistica molto avanzata. Si ricordi molto avanzata. Si ricordi, infatti, un recente stage che il prof. Bianchi ha organizzato con l’Academia, nella persona del vice direttore per gli affari generali del liceo delle arti, Bella Voronoma, che ha dato la possibilità ad alcuni studenti russi di visitare la Ciociaria e le bellezze paesaggistiche di Rocca D’Arce.
«Sono molto onorato per questo riconoscimento che l’Accademia Russa delle Belle Arti ha voluto consegnarmi – ha detto un emozionato – ha detto un emozionato Vincenzo Bianchi – Li ringrazio davvero di cuore».
«E’ molto importante poter proseguire questo dialogo di pace, di arte e di cultura con un paese molto bello quale è la Russia».
Anche Rocca D’Arce si associa con gratitudine all’importante riconoscimento ricevuto dal professor Bianchi e tramite il sindaco Rocco Pantanella, esprime all’illustre artista gli auguri di una fervida carriera piena di soddisfazioni e di grande prestigio.

118
Da: ; ---- Autore: