Dino Giovannone ‘candidato’ scrive ai cittadini e li ringrazia – Attestati di stima in vista delle elezioni comunali ad Arce

ARCE – Giovannone scrive una lettera aperta agli arcesi: «A prescindere da quello che accadrà nei prossimi giorni, voglio ringraziare per l’affetto dimostratomi verso la possibilità che io sia candidato a sindaco di Arce».
Il presidente della XV Comunità montana di Arce, nonché, da circa un anno, preside-reggente dell’istituto comprensivo del paese, accarezza l’ipotesi di potersi impegnare nella prossima competizione elettorale, in vista del rinnovo del Consiglio comunale, Giovannone chiarisce anche che la sua candidatura non sarebbe contro nessuno, né contro il sindaco uscente Roberto Simonelli, né contro “gli amici” dell’opposizione.
«In questo ultimo periodo – scrive il presidente – è circolato il mio nome quale possibile candidato a sindaco e ho già avuto modo di dire che l’idea è stata proposta da un gruppo di amici per realizzare un progetto politico-amministrativo che sia di svolta per Arce».
«Questa città – prosegue – mi ha dato tanto. Qui c’è la sede della XV Comunità montana dove sono presidente da tanti anni. Un’esperienza fantastica e avvincente che mi ha consentito di crescere umanamente, politicamente e culturalmente e mi ha permesso di realizzare in questa città, con l’aiuto degli amici amministratori e dipendenti dell’ente montano, opere significative e importanti, quali il Parco Archeologico di Fregellae, il museo “Gente di Ciociaria”, la sistemazione della via “Ciaia”, il rifacimento della piazza principale del paese. Un’esperienza inoltre che ci ha permesso di acquistare la sede dell’ente montano, sede che per la sua ampiezza ha reso possibile il salvataggio del presidio dei Vigili del Fuoco, importantissimo per l’intero comprensorio».
«Devo dire – si legge ancora in un passaggio della lettera aperta – che da quando è venuto fuori il mio nome, ho avuto tanti attestati di stima e incitamenti ad andare avanti. In realtà non ho ancora deciso cosa fare. Vedrò nei prossimi giorni. Voglio però ringraziare gli arcesi per aver già accolto con favore questa eventualità. Ho percepito con gioia che il mio modesto nome ha riscosso attenzione, considerazione e rispetto».
«Al di là di come andrà quindi – ha concluso Giovannone – voglio ringraziare tutti di cuore, con l’augurio che chiunque diventerà sindaco di questa ridente cittadina, sappia guidarla con equilibrio e competenza, verso un adeguato sviluppo socio-economico-culturale».

22