‘Dopo asilo nido e scuola cancellato pure il parco’ – ‘L’area versa in un indifferente degrado’

ARCE – «Parco giochi nel degrado? Sintomo dell’indifferenza».
Il consigliere Marcello Marzilli continua ad attaccare duramente l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Roberto Simonelli. L’attenzione dell’ex assessore si è concentrata questa volta sul parco giochi situato in località Valle in prossimità degli impianti sportivi.
«Il parco giochi “Valentina” – ci ha detto – è stato abbandonato dall’Amministrazione Comunale di Arce che così ha privato i fanciulli della cittadina dell’unica area ludico ricreativa presente nel territorio. Il degrado della struttura è il sintomo dell’indifferenza del sindaco e della sua giunta per i più piccoli della comunità arcese.  Questa amministrazione – ha aggiunto Marzilli – continua con la sistematica distruzione di servizi e strutture presenti sul territorio comunale. Dopo aver chiuso l’asilo nido, chiuso la scuola elementare, demolito la scuola materna, abolito la biblioteca, chiuso il Centro per le Famiglie, eliminato le attività ludico-ricreative per i giovani, cancellato l’estate arcese, chiuso strade, abbattuto alberi secolari, eliminato servizi in favore dei disabili, ora ha chiuso anche l’unico parco giochi presente sul territorio, un’opera della precedente amministrazione voluta fortemente dalla popolazione e realizzata impiegando denaro pubblico. Questi signori – concluso il consigliere d’opposizione – continuano ad agire da “padroni” dimenticando di essere solo “amministratori” di questo paese e di essere destinati di qui a poco a dover dar conto del loro operato alla gente di Arce».

14