Dragonetti, baby sindaco con le idee già chiarissime – La decisione nel consiglio comunale di lunedì scorso

ROCCA D’ARCE – Rocca d’Arce ha il suo nuovo baby sindaco, è Leonardo Dragonetti.
Nel corso del consiglio comunale di lunedì scorso c’è stato l’insediamento del nuovo consiglio comunale dei ragazzi, eletto nelle consultazioni elettorali dello scorso agosto. Leonardo succede al baby sindaco, Giorgio Germani, che, al termine del suo mandato, ha “ceduto” la fascia tricolore al neo primo cittadino baby. L’assise junior è così composta: Alessia Mollicone, Samuele Fiorelli, Francesco Bartolomei, Rocco Di Folco, insieme al baby sindaco, compongono la maggioranza; Maria Chiara Colafrancesco e Giulia Conti, all’opposizione.
Emozione sui volti dei genitori, Marcello e Lucia, dei familiari e dei parenti ed amici del giovane Leonardo. Presente il dirigente scolastico, Rita Cavallo, insieme ai docenti ed alunni del plesso di via Canale. Il sindaco Rocco Pantanella ha dichiarato: «E’ iniziato ormai da anni un percorso importante insieme all’Istituto Comprensivo di Arce. Si tratta di una sinergia di intenti – continua Pantanella – che sta portando benefici alla nostra comunità. Attraverso la scuola si può crescere ed esportare l’immagine del nostro paese. A Rocca d’Arce – conclude il primo cittadino senior – c’è una scuola di qualità e dell’eccellenza». Uno spigliato e per nulla intimorito Leonardo, nel salutare tutti gli intervenuti, ha esposto le linee guida del suo programma: riscoperta dell’artigianato, pista ciclabile e valorizzazione degli spazi verdi e della natura le proposte che verranno presentate all’Amministrazione. Si sono succeduti, poi, gli interventi del dirigente scolastico, del presidente dell’Unione dei Comuni “Antica Terra di Lavoro”, Antonio Salvati, e, in rappresentanza della minoranza, di Antonello Quaglieri. Tutti hanno espresso parole di elogio per il valore formativo dell’iniziativa augurando buon lavoro al baby sindaco e alla sua squadra di governo. Al termine l’intervento dell’assessore alla Pubblica Istruzione, Rocco Pantanella, tutor del progetto: «Fare politica è una bella arte, ma deve essere fatta con stima, rispetto e lealtà. Non trascurate lo studio affrontando con sacrificio e dedizione la scuola si possono raggiungere mete sempre più importanti».

132
Da: ; ---- Autore: