E’ tornata a risplendere la statua di Sant’Eleuterio – I lavori di ristrutturazione grazie all’interessamento del ragionier Antonio Fraioli

ARCE – E’ tornata nella parrocchia dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, la statua raffigurante Sant’Eleuterio da bambino, conservata nella cattedrale di Aquino.
Il restauro, commissionato e curato dall’artista arcese Marco D’Emilia, grazie all’interessamento del ragionier Antonio Fraioli.
Con una cerimonia solenne, la statua è arrivata  nel pomeriggio alle 16, presso la grotta dedicata alla Madonna di Lourdes, accolta da numerosi fedeli devoti al Santo. Dopo un momento di preghiera, culminato con la benedizione impartita del parroco, don Ruggero Martini, la statua accompagnata dalla Banda Musicale Comunale e Parrocchiale “Città di Arce” diretta dal maestro Roberto Iannetta, è stata portata in processione fino alla chiesa parrocchiale dedicata ai Santi Apostoli Pietro e Paolo. Erano presenti i gruppi religiosi parrocchiali, le Autorità civili con intesta il sindaco Roberto Simonelli, e militari.
Davanti il sagrato della chiesa parrocchiale, don Ruggero nel panegirico, ha ricordato brevente la storia della statua, e il culto che i fedeli di Aquino avevano per il santo, infatti, già nel 1582 pare che esistesse una cappella dedicato al santo pellegrino. E tuttoggi nella cattedrale di Aquino, si trova la statua in legno del Santo pellegrino, databile al XVIII secolo.
Prima della benedizione finale, il sindaco Roberto Simonelli, ha ringraziato e donato una targa ricordo all’artista Marco D’Emilia, e ringraziato il ragionier Antono Fraioli per l’interessamento.
La statua rimarrà esposta al culto dei fedeli per qualche tempo in Parrocchia, per poi ritornare nella cattedrale di Aquino.

Nella galleria fotografica alcuni momenti della cerimonia.

71
Da: ; ---- Autore: