Elezioni, i Germani in lizza sono due – L’opposizione si spacca e salta l’accordo del 12 gennaio

ARCE – L’opposizione si spacca e ora i Germani in lizza potrebbero essere due. E’ di fatto finito in frantumi l’accordo sottoscritto lo scorso 12 gennaio dagli otto consiglieri di minoranza, con il quale si impegnavano formalmente a rimanere uniti in vista della prossima competizione elettorale. Anche se manca il passaggio ufficiale, è ormai evidente che gran parte degli esponenti di quel gruppo, tra l’altro elettoralmente molto forte, non crede più nell’impegno sottoscritto poco meno di due mesi fa e sta guardando altrove. Non a caso, mercoledì sera, in un noto ristorante della frazione d’Isoletta, si è tenuto un incontro promosso dal presidente dell’associazione intercomunale “Valle del Liri” Iliano Corsetti. Alla riunione, tra gli altri, sarebbero stati invitati tutti i consiglieri comunali di minoranza uscenti, tranne uno: l’ex sindaco Luigi Germani. Una manovra che, probabilmente, è stata messa in atto proprio per ostacolare la sua candidatura a sindaco, in un momento molto delicato per le forze che cercano di predisporre un’alternativa all’attuale compagine di Roberto Simonelli. In realtà, i consiglieri che hanno partecipato all’incontro erano solo tre (Marcello Marzilli, Emanuele Calcagni e Marco Marzilli) due dei quali avrebbero anche confidato ad alcuni l’intenzione di non volersi ricandidare. Comunque, dopo un nebuloso confronto sul da farsi, sarebbe stato proposto il nome dell’avvocato Francesco Germani come possibile candidato a sindaco. Il nome dell’apprezzato professionista arcese, politicamente vicino al partito di Niki Vendola, era già circolato nei giorni scorsi e si alternava a quello di un altro avvocato, già vicesindaco in passato, Roberto D’Auria. Sul nome di Germani, sarebbe stato anche sottoscritto un documento d’intenti per provare a costruire un raggruppamento che, già dalle prossime settimane, possa trasformarsi in una lista civica. A questo punto la minoranza è spaccata in almeno tre posizioni: Gianni Nardone e Sisto Colantonio pronti ad appoggiare Luigi Germani; Marcello Marzilli ed Emanuele Calcagni sosterrebbero la candidatura di Francesco Germani; Sara Petrucci e Lucio Simonelli, invece, sarebbero in attesa di un chiarimento interno agli otto, mentre Marco Marzilli sembrerebbe deciso ad uscire fuori dalla competizione. A questi nomi si aggiungono altre due candidature. Quella di Pierluigi Gemma, orfana ancor prima di nascere del sostegno di un fantomatico gruppo di giovani; e quella di Nunzio Cammariere che sostiene di essere l’unica alternativa possibile al bailamme di questi giorni.

19