‘Emergenza affrontata solo con le nostre forze’ – Ieri tre nuove ordinanze: la proroga della chiusura delle scuole fino a sabato, la rimozione del ghiaccio e l’annullamento del mercato di domani

Emergenza neve, parla il sindaco Roberto Simonelli.
«Abbiamo vissuto momenti difficili – ha detto il primo cittadino – ma ora la situazione va normalizzandosi».
Il sindaco, in giacca a vento, arriva in Comune prima di dirigersi verso l’ospedale di Pontecorvo, dove svolge le funzioni di medico dirigente.
«Questa mattina – ha ripreso Simonelli – ho firmato tre nuove ordinanze. La prima riguarda la proroga di chiusura dei plessi scolastici per tutta la settimana. La neve ghiacciata – ha spiegato ancora il sindaco – e le condizioni metereologi che previste non consentono la ripresa in tranquillità e sicurezza delle lezioni. La seconda, invece, riguarda i pericoli derivanti dallo scioglimento della neve e del ghiaccio fermo sui tetti. Nei giorni scorsi ci sono stati due episodi di danneggiamento, fortunatamente solo alle cose, che potevano compromettere l’incolumità delle persone. Con questo provvedimento sollecitiamo i proprietari a verificare le condizioni dei propri immobili e rimuovere i possibili pericoli derivanti dalle cadute del ghiaccio. Infine la terza per annullare il mercato di venerdì prossimo».
Sono stati giorni particolarmente difficili per Arce, quali sono state le maggiori problematiche?
«La consistenza della nevicata e soprattutto il lungo black-out che ha riguardato tutte le zone del paese ci ha dato un duro colpo. Abbiamo cercato di reagire pensando alle persone che potevano avere maggiori difficoltà come anziani, diversamente abili e malati. I mezzi a disposizione però non ci hanno consentito di essere tempestivi su tutto il territorio e di questo chiediamo scusa e comprensione ai cittadini arcesi. Ma posso assicurare che è stato fatto tutto il possibile. A tal proposito desidero ringraziare in particolar modo il lavoro svolto dai carabinieri di Arce e dal maresciallo Evangelista. Il suo lavoro è stato prezioso e davvero insostituibile in diversi casi. Un grazie anche al comando della Polizia Locale, agli uomini della nostra Protezione Civile, ai Vigili del Fuoco, ai tecnici Enel, e non ultimi, ai tanti volontari che con i propri mezzi agricoli si sono dati da fare per il solo senso civico».
Cosa ci aspetta nei prossimi giorni e che cosa si porta da questa esperienza?
«Lo stato di allerta, da quando ci viene comunicato, permane per tutto il fine settimana. Sono possibili nuove nevicate, ma si farà sentire ancor più il gelo. L’esperienza di questi giorni, ci lascia tutti sicuramente più pronti e più consci di cosa significhi affrontare imprevisti che riguardano un paese intero».
Sarebbero arrivati questa mattina dei mezzi speciali per spazzare la neve dalla Regione. Cosa dice di questi aiuti?
«Abbiamo affrontato questa emergenza si può dire quasi da soli. L’arrivo di oggi di questi mezzi si commenta da solo».

14