Fontana L. – Arce 1-0 – Nelle attuali condizioni era più che prevedibile la quarta sconfitta consecutiva, ma la cosa sconcertante è che non si vede via d’uscita che possa far cambiare direzione ad una scia di risultati disastrosi che relegano l’Arce nella penultima posizione in classifica, inimmaginabile ad inizio campionato, si intravede un discreto fraseggio tra reparto difensivo e centrocampo ma mancano disperatamente punti di riferimento certi su tutta la linea d’attacco

Fontana L. :Battista, Patriarca (55° Di Battista), Grecanti, Di Sarra, Quattrucci, Pesce, Bianchi G.M. (80° Gaeta), Mandarelli (70° Bianchi), Rocco, Carmassi. A disp. : Tedeschi, Di Battista, De Angelis G., Castrechini, Gaeta, Gemmiti, Bianchi. All. sig. Caldaroni.

Arce: Leonetta, Della Bona (56° Fioprentini),, Macioce (79° Guida), Massari, A., Cappelli, Iori, Bottoni (73° Tasciotti), Ferdinandi, De Angelis, Valev, Paglia. A disp.: Pesce, Guida, Tasciotti, Fiorentini, Evangelista, Bianchi, Scala. All. sig Scaglirini

Marcatori : 49° Quattrucci (Fontana L.)
Ammonizioni : (Fontana L.) Battista, Patriarca, Di Sarra, Bianchi G.M., Mandarelli, Rocco.- (Arce) Cappelli, Iori.
Espulsi : Greco (Fontana L.)
Arbitro sig. Campanari (LT)

La gara era comunque sentita da entrambe le formazioni, era pur sempre un derby tra cugini, il primo tempo ha denotato una leggera supremazia dell’Arce intendo nel tentativo di smentire quella ormai conclamata inefficacia di alcuni elementi, tanto che gli uomini preposti all’area di rigore vanno letteralmente in confusione quando sono chiamati a concludere, raramente De Angelis, Valev e Paglia si affacciano al tiro e solo tra l’8° e il 10° minuto Massari serve bene in area me le conclusioni sono da scordare. Da parte del Fontana L., anche loro non in ottime condizioni, si limitano a controllare le sfuriate dei giallo-blu, ripartendo rapidi ed efficaci con i due laterali avanzati assistiti da un esperto Mandarelli che al 23° mette in condizioni Bianchi G. di andare al tiro sfiorando la traversa. Da li in avanti l’Arce forza i tempi e in diverse occasioni ha la possibilità di portarsi alla conclusione, ma la finalizzazione viene sempre compromessa da erroracci che forse andrebbero valutati e quindi corretti, si conclude con un nulla di fatto la prima frazione di gioco.
Il rientro sul terreno di gioco vede ancora l’Arce dettare le regole, mai padroni di casa aspettano il momento giusto per colpire guidati dall’esterno della recinzione per squalifica dall’esperto mister Caldaroni, e non si attende molto, al 49 Mandarelli usufruisce di un calcio piazzato dal limite destro dell’area Arcese, pennella al vertice opposto dove stacca alto Quattrucci che schiaccia sulla linea, Leonetta ci arriva ma la palla ha superato la linea di porta per il vantaggio Fontanese. Gli ospiti dell’Arce reagiscono ruggendo paurosamente, ma ultimamente dimenticano troppo spesso che quel modo di fare porta solo allo stato confusionale che produce i risultati degli ultimi tempi  trascinandosi per il campo a suon di erroracci rischiando sbilanciamenti in avanti che li espongono ai contropiedi avversari, vale a dire che le occasioni successive al vantaggio dei padroni di casa sono state rare ed inconcludenti con la solita bagarre finale fatta di qualche fallo proibito e ammonizioni che hanno sancito la necessità di un prossimo mercato di riparazione sostanzioso ed urgente.

 

12
Da: ; ---- Autore: