Frosinone – Crotone 1-1 – Finisce in parità con una rete per parte l’atteso posticipo della capolista Frosinone.

La nona giornata del campionato prevedeva il posticipo tra il Frosinone e il Crotone che si è giocato alle 20.45 di lunedì 12 ottobre, stadio completamente esaurito oltre 8000 spettatori per continuare in una favola sempre più bella. La gara è diretta dall’arbitro Nicola Stefanini di Prato.
L’avversario è il Crotone che proprio grazie al tecnico Francesco Moriero, ora sulla panca gialloazzurra ha raggiunto la promozione nel campionato cadetto.
Schema consolidato per il Frosinone che si affida al 4-2-3-1 oramai collaudato, 5 i giocatori che non sono disponibili, Caremi, Biso e Jefferson per infortunio mentre Gucher e Cordos sono impegnati con le rispettive nazionali, recupera invece Troianello in forse fino all’ultimo. Bocchetti, Scarlato, Maietta e Del Prete davanti a Sicignano; Basha e Bolzoni in mediana; Troianiello, Calil e Basso dietro l’unica punta Santoruvo. Modulo speculare per il Crotone di Lerda con Bonvissuto unica punta, assistito da Gabionetta, Cutolo e Daud.
Pronti e via e Basso colpisce l’esterno del palo su calcio di punizione dopo neanche 10 minuti, dopo questa parentesi sale di tono la gara degli ospiti che si fanno pericolosi in un paio d’occasioni, ma improvvisamente la svolta della gara al minuto 40 quando diventa protagonista proprio l’uomo in discussione per problemi fisici, Troianello prima scende sulla sinistra e crossa al centro pericoloso pallone non raccolto da nessuno, e poi dopo 60 secondi quando un suo tiro dal limite è deviato dalla difesa del Crotone e finisce sui piedi di Santoruvo appostato davanti la porta che ringrazia ed insacca facendo crollare lo stadio per l’entusiasmo.
Inizio ripresa che potrebbe diventare memorabile, da trenta metri Basha centra il palo con una bordata incredibile. Risponde il Crotone che non ci sta a perdere con Cutolo che prima  impegna Sicignano in una parata difficile e poi va in rete al minuto 49 dopo un’azione confusa in area canarina con deviazione proprio del trequartista Cutolo, 1 a 1 e tutto da rifare.
Dopo il pareggio girandola di sostituzioni anche conseguenti alla espulsione di Galardo del Crotone per doppio giallo, Moriero sostituisce Troianello con Mazzeo, Bolzoni con Tavres e Aurelio per Basso risponde Lerda con Zito per Daud, Grillo per Morleo e De Martino per Cutolo ma le cose non cambiano e neanche i 4 minuti di recupero permettono al Frosinone di passare in vantaggio con l’ultima occasione sulla testa di Mazzeo che conclude di poco a lato.
E’ l’ultima emozione la gara si chiude in parità con la spartizione dei punti in palio, anzi ad onor di cronaca vista anche l’inferiorità patita dal Crotone la gara è stata meglio interpretata dai calabresi che nonostante la differenza di punti in classifica non hanno demeritato.
Per il Frosinone una mezza battuta d’arresto che consolida la prima posizione in classifica ma certo le prospettive di questa partita erano sicuramente diverse.

Prossimo turno in casa del Modena.

 

44
Da: ; ---- Autore: