Frosinone pareggia e non cala il poker, ma resta in vetta – Frosinone Padova 2-2

Ci voleva un Padova grintoso per impedire al nostro Frosinone di vincere la quarta gara consecutiva del campionato di serie B, nonostante i due vantaggi gli uomini di mister Moriero si sono dovuti accontentare di un pareggio nonostante ci fossero tutti i presupposti per l’ennesima giornata di gloria.

Pubblico delle grandi occasioni al vetusto Matusa tanto da far rimpiangere uno stadio decente, ricordiamo che nelle prossime due gare interne consecutive giocheranno prima la Reggina e poi addirittura il Torino appena retrocesse dalla massima serie, chissà con uno stadio adeguato l’impatto per gli ospiti sarebbe stato ben diverso, ma oramai sia la dirigenza sia i tifosi hanno perso ogni speranza di una nuova casa, almeno per l’immediato dove disputare le gare interne. Nello sviluppo della gara bisogna registrare l’ottima prova di Basso autore di tutte e due le reti canarine, la seconda su calcio di rigore, di Basha, Biso e Troianello atleti che gara dopo gara prendono coscienza delle loro capacità, unica nota stonata il mezzo infortunio capitato al portiere Sicignano che dopo i miracoli in terra leccese sul secondo pareggio del Padova si è fatto cogliere impreparato su un tiro non certo irresistibile, succede.

Nel dopo partita il mister Moriero si è sfogato affermando che parte della responsabilità di questo pareggio va addebitata alle cattive condizioni del manto erboso che non ha consentito ai suoi ragazzi di esprimersi ai soliti livelli.

Il mezzo passo falso nonostante tutto consente al Frosinone di rimanere in testa al campionato per la quarta volta consecutiva anche se in coabitazione con il Brescia vittorioso in trasferta sul terreno del Piacenza, per il resto da registrare la partenza deficitaria della Salernitana ancora a zero punti e dell’Albinoleffe che ha un solo punto, veramente pochi per le ambizioni di queste squadre.

Per finire siamo certi che il bello deve ancora arrivare per il Frosinone, troppo bello, quando può mettere in mostra il suo gioco veloce fatto di palleggi e di giocate di prima tanto che le azioni da goal non mancano mai anzi in alcune situazioni la supremazia è evidente e a volte imbarazzante.

 

 

38
Da: ; ---- Autore: