Giornata da dimenticare per le ciociare – Pareggio casalingo per il Cassino 1 a 1, e sconfitta sul neutro di Sorrento contro il Vico Equense per l’Isola Liri che perde per 4 a 2.

Doveva essere la giornata del riscatto dopo due sconfitte consecutive per il Cassino che affrontava una delle cenerentole del torneo quella Vibonese capace di essere sempre protagonista ogni volta che incrocia sul campo gli azzurri scassinati.
Anche nella gara disputata al Salveti gli uomini di mister Pellegrino palesano errori in fase realizzativi regalando poi a 10 minuti dalla fine, su palese errore del direttore di gara che concede ai calabresi un inesistente calcio di punizione, la rete del pareggio agli ospiti che ringraziano e tornano felici a casa consapevoli di aver ottenuto il massimo a disposizione con il minimo sforzo.
Si parte con il rientro d’Indiveri tra i pali e con la novità dal primo minuto di Bardeggia perno centrale in attacco ad interagire con Mezgour capocannoniere del Cassino. Proprio il marocchino dopo 2 minuti ha la possibilità a tu per tu con il portiere ospite di andare subito in rete, ma ancora una volta il tiro da buona posizione finisce al lato dell’estremo difensore ospite.
Dopo quest’incredibile occasione il Cassino gioca la sua onesta partita con la Vibonese che non soffre la pressione dei padroni di casa che in ogni modo vanno in vantaggio al minuto 43 del primo tempo, quando da una punizione battuta magistralmente dal solito Giannone spunta la testa di Leonardo Bardeggia che raccoglie ed insacca nella rete degli ospiti, incredibile l’esultanza del puntero argentino che ringrazia in questa maniera il tecnico per la fiducia.
Nella ripresa scende il ritmo della gara con il Cassino che amministra il pallone ribattendo tutte le azioni degli ospiti che vanno al tiro in pochissime occasioni, il Cassino colpisce anche il palo con una conclusione di testa del difensore Merli Sala su calcio piazzato veramente sfortunato il giovane calciatore.
Quando poi tutti pensavano che la gara fosse finita l’arbitro, il signor Ros s’inventa una punizione che a causa di uno velo di Mezgour trae in inganno il portiere Indiveri concedendo alla Vibonese il goal del pareggio. Neanche le sostituzioni ridanno vigore al Cassino che deve accontentarsi di un solo punticino sperando che arrivino tempi migliori.
L’Isola Liri invece perde lo scontro diretto contro il Vico Equense che alla fine di una gara tiratissima riesce ad imporsi per 4 reti a 2, la gara sul terreno di Sorrento, campo neutro, ha purtroppo consegnato la settima sconfitta su otto gare per il gruppo di Sandro Grossi, che nell’ultimo periodo non riesce a dare continuità ai suoi risultati. Dopo la bella gara vinta in rimonta di domenica scorsa, i ciociari si fanno trafiggere quattro volte da una formazione che prima di ieri aveva messo a segno solo 3 reti nelle 13 partite disputate, addirittura il primo tempo si era chiuso con il Vico avanti di tre goal, due volte Napoli e Burgos.
Nella ripresa veemente reazione dell’Isola Liri che dal 9° al 13° segnava due volte prima con Gennari e poi con Raffaello riaprendo la gara ma proprio sul più bello, arrivava la quarta rete per i padroni di casa che ancora con Napoli, tripletta per lui, chiudeva la gara. Poi più nulla anzi da registrare l’espulsione di La Cava reo di aver colpito Donnarumma con palla lontana.
Torna in terzultima posizione la formazione dell’Isola in una classifica molto corta.
Domenica prossima l’Isola riceve, al Nazareth il Brindisi, mentre il Cassino viaggia in Puglia dove l’attende il Barletta in una gara molto delicata visto che i barlettani inseguono proprio il Cassino ad un solo punto di distanza.
La gara potrà essere seguita in diretta su RadioCassinoStereo e in streaming su www.arcenews.it. dalle ore 14.15.

Max Marzilli
 

44
Da: ; ---- Autore: