‘Giù le mani dalla sede’ – Lancia l’appello al candidato presidente alla Regione Nicola Zingaretti

ARCE – «Apprendo con un certo disappunto che sono state chiuse le sedi dei Vigili del Fuoco oggetto di convenzione con la Regione Lazio, tra cui nella nostra provincia, quella di Arce che è di fatto una scelta assurda che comporterà l’abbassamento della sicurezza in dodici Comuni del relativo comprensorio».

Esordisce così Gianni Nardone, coordinatore regionale di “Socialismo 2000-Movimento per il Partito del Lavoro”.

«La Regione infatti – prosegue – già da molti anni ha stipulato una convenzione con i vigili del fuoco valida per tutto l’anno con l’apertura di 5 sedi in tutta la regione per interventi antropici e gli incendi boschivi e che, nonostante le numerose emergenze ha reso meno difficile l’opera di intervento per la salvaguardia delle persone e delle cose. Grazie al grande impegno dei Vigili del fuoco nelle varie emergenze, il Lazio è ai primi posti tra le regioni italiane impegnate nella sicurezza e al soccorso. Un altro dato importante e non da poco è che il personale professionista Vigile del Fuoco non percepisce le spettanze dei servizi in convenzione con la Regione Lazio da gennaio 2011, la Regione Lazio deve 5 milioni di euro ai Vigili del Fuoco mai accreditati portando al collasso il servizio. Dall’inizio del 2013 l’Amministrazione centrale del Ministero dell’Interno a causa dei mancati pagamenti ha deciso di chiudere i distaccamenti perché non ci sono i fondi per il personale, mezzi, mensa, carburanti ecc. Peraltro la Regione in questi giorni ha deliberato un provvedimento beffa insieme al bilancio provvisorio ha previsto il prolungamento della Convenzione ma, non ha deliberato l’accredito dei fondi arretrati già in bilancio negli anni precedenti. Pertanto come Movimento politico pur condividendo in linea generale il proseguo della convenzione per assicurare il soccorso crediamo che contestualmente ci debba essere la liquidazione dei 5 milioni di euro che la Regione deve versare a saldo per le convenzioni degli anni precedenti. Pertanto non posso che associarmi alla levata di scudi in difesa del locale distaccamento dei Vigili del Fuoco. Ubicata nei locali della XV Comunità Montana di Arce degli amici del Pd provinciale ed in particolar modo del consigliere provinciale del Partito democratico Simone Costanzo e del consigliere comunale di Frosinone, sempre del Pd, Maria Spilabotte. Concordo con loro che la scelta scellerata di chiudere il distaccamento dei Vigili del Fuoco di Arce è l’ennesima dimostrazione del trattamento riservato dall’attuale Amministrazione regionale di centrodestra alla Provincia di Frosinone che dopo la chiusura degli ospedali e la minaccia di scaricare sul nostro territorio i rifiuti di Roma, l’inefficienza e l’immobilità del Centrodestra al governo della Regione, colpisce ancora con la chiusura di una così importante struttura. Quando si è trattato di nominare dirigenti a tutti i livelli e fare gli interessi personali la Giunta è stata sempre presente e puntuale. Prima di esalare l’ultimo respiro l’Amministrazione Polverini, si deve assumere le sue responsabilità nei confronti di cittadini e di un territorio che è stato fin troppo generoso nei suoi confronti provvedendo a trasferire i fondi arretrati immediatamente al Ministero degli Interni. A mio giudizio tutti gli esponenti di maggioranza di centrodestra della nostra provincia, dovrebbero chiedere scusa ai cittadini per quest’ennesima incapacità gestionale e cialtroneria politica che si va ad aggiungere ai rimborsi spesa per le ostriche e champagne consumate dai rappresentanti regionali che anche loro hanno contribuito ad eleggere. Ad ogni buon fine immaginando che questa Giunta uscente non farà nulla che gli permetta di garantire la convenzione firmata dai suoi predecessori a suo tempo, solleciterò il candidato Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, affinché tra i primi punti della sua azione dopo che verrà eletto, sia quello di provvedere ad onorare gli impegni precedentemente presi da altri con i Vigili del Fuoco del Lazio».

 

 

20