Gli uffici comunali restano aperti il giovedì – La Cisl si era opposta al provvedimento dell’Ente

ARCE – Dietro front del sindaco sulla chiusura degli uffici comunali di Arce. Il primo cittadino Roberto Simonelli ha revocato il suo stesso provvedimento con il quale disponeva la chiusura degli uffici comunali per il giovedì pomeriggio.
La decisione, probabilmente, arriva dopo la diffida ricevuta dal responsabile territoriale della Cisl, che contestava a Simonelli alcuni profili di competenza e legittimità dell’ordinanza numero 18. In pratica, l’amministrazione intendeva chiudere nel periodo estivo, dal 4 luglio al 31 agosto 2013, gli uffici al pubblico e non far lavorare i dipendenti, disponendo il conseguente recupero delle ore “a debito” entro il 31 dicembre del 2013. Una scelta che sarebbe stata dettata sia dal fatto che durante  i mesi estivi si ridurrebbe notevolmente l’afflusso di pubblico  e la richiesta di servizi agli uffici comunali e sia dalla concentrazione di richieste di ferie proveniente dal personale di pendente.
Decisione, però,  contestata dalle forze sindacali in quanto il primo cittadino avrebbe potuto solamente chiudere gli uffici al pubblico, ma non modificare i tempi di lavoro. In più le rappresentanze dei lavoratori avrebbero denunciato anche l’assenza di concertazione su un argomento che coinvolge direttamente i lavoratori e l’organizzazione della loro vita privata. Fatto sta, comunque, che il sindaco Simonelli ha revocato il suo provvedimento e già lo scorso giovedì pomeriggio, anche se tra l’incertezza generale, gli uffici municipali sono rimasti aperti e operativi.
12