I cittadini scendono in piazza – Esito negativo dopo l’incontro con il Ministro Clini e il commissario Sottile

COLFELICE – Il sindaco del Comune della Media Valle del Liri manifesta tutta la sua amarezza per l’esito negativo dell’incontro avuto con il Ministro dell’Ambiente Clini nella serata di venerdì.
«Sono rimasto molto deluso e amareggiato dall’esito dell’incontro con il Ministro Corrado Clini e il commissario Goffredo Sottile. – ha dichiarato il primo cittadino Bernardino Donfrancesco – E’ pur vero che avevo manifestato da subito molti dubbi sulle effettive finalità della convocazione. Pensavo tuttavia, che il Ministro avrebbe ascoltato e opportunamente valutato le nostre sacrosante ragioni e non si sarebbe limitato a snocciolare i ben noti dati sui quantitativi di rifiuti che Roma deve smaltire. Noi sindaci abbiamo rappresentato in modo molto deciso la nostra ferma contrarietà all’arrivo e al trattamento dei rifiuti romani nell’impianto Saf, le cui strutture non sono assolutamente adeguate sotto il profilo tecnico–funzionale e soprattutto dal punto di vista igienico-sanitario. Abbiamo sottolineato ancora una volta che il territorio è pesantemente penalizzato anche nella discarica di Roccasecca e che le esalazioni maleodoranti infestano tutto il territorio. Ma il ministro è stato insensibile anche al “grido di dolore” espresso dall’assemblea dei sindaci dei 91 comuni della provincia di Frosinone».
«Nel corso dell’incontro – ha spiegato il professor Donfrancesco – è emerso che l’impianto Saf, se effettivamente in grado di accogliere anche i rifiuti di Roma, è stato progettato e finanziato per una potenzialità di trattamento di molto superiore alle esigenze dalla provincia di Frosinone il che avrebbe determinato uno sperpero di fondi pubblici. A questa osservazione il Ministro Clini ha dichiarato di non poter rispondere. Di fatto resta ora da sperare nell’annunciata verifica sull’effettiva potenzialità dell’impianto da parte dei carabinieri del Noe, i quali non potranno non rendersi conto di tutti i disagi e gli inconvenienti causati dall’impianto, o anche, se le voci del buonsenso e della coscienza civica prevarranno, in un possibile ripensamento del Ministro».
«Intanto  – ha concluso il sindaco – anche il comune di Colfelice da appuntamento ai propri cittadini a manifestare davanti all’impianto lunedì 28 alle ore 8».
Nonostante l’esito infruttuoso dell’incontro con Clini e Sottile il primo cittadino Bernardino Donfrancesco non demorde sulla necessità di scongiurare l’arrivo dei rifiuti di Roma e invita gli abitanti del posto a partecipare numerosi alla manifestazione di protesta di lunedì presso l’impianto SAF di Colfelice.

18