I plessi scolastici in via Magni ultimati con i fondi del Comune – Con l’intesa raggiunta si risparmieranno 35mila euro sui 900mila previsti dal progetto

ARCE – Scuola dell’infanzia e micro-nido pronti in 95 giorni ad Arce con i fondi del Bilancio comunale. E’ quanto sancisce l’accordo approvato dalla Giunta municipale con la ditta appaltatrice dei lavori per i nuovi plessi in via Magni. Sembra a una svolta definitiva il progetto che, da quasi quattro anni, ha visto dapprima la demolizione della vecchia Scuola Media, l’avvio della realizzazione di una struttura da adibire a Scuola dell’Infanzia e micro-nido, per bloccarsi con un brusco stop dei lavori dovuto a una serie di cause tra le quali, la più importante, la perenzione dei finanziamenti regionali. Un atto di coraggio, probabilmente, quello dell’Amministrazione comunale che in vista della scadenza del mandato elettorale sta serrando i ranghi mettendo mano alle opere che da sempre dice di ritenere strategiche per il paese.
L’accordo transitivo con la ditta costruttrice è stato anticipato da un altro atto deliberativo, che rivede il quadro economico dell’opera dovuto ad aggiustamenti tecnici e all’ottimizzazione delle risorse finanziarie. Alla fine si risparmieranno circa 35mila euro sui 95mila previsti. Inoltre, l’Amministrazione avrebbe rinunciato alla realizzazione di un’opera aggiuntiva, una palestra, prevista nell’aggiudicazione dell’appalto. Ma la vera novità è che i fondi per la costruzione saranno tutti reperiti a carico delle casse comunali, con la speranza che nei prossimi anni la Regione reinserisca il finanziamento originariamente previsto.
«La transazione firmata nei giorni scorsi – ci ha detto Gianfranco Germani, assessore ai Lavori pubblici – rappresenta un fondamentale e definitivo passo avanti che ci consentirà di consegnare alla cittadinanza, entro qualche mese, la struttura ultimata. Dopo un lungo stallo – ha aggiunto Germani – determinato da problemi tecnici e burocratici, siamo arrivati alla conclusione positiva della vicenda e ci riteniamo soddisfatti per questo importante risultato raggiunto da tutta l’Amministrazione comunale poiché mette in evidenza il nostro impegno a favore del paese».
«La realizzazione del nuovo plesso – ha aggiunto il nuovo assessore alla Pubblica Istruzione Vincenzo Colantonio – è uno degli obiettivi principali che si è data questa Amministrazione. Il suo raggiungimento renderà il nostro Comune uno dei pochi con tutte le strutture scolastiche simicamente sicure. Ci è costato tanto – ha ammesso Colantonio – anche per le discussioni che ci sono state, ma ne siamo orgogliosi a dispetto dei corvi che, pur di mettere in cattiva luce l’Amministrazione, sperano che nulla si realizzi, infischiandosene degli interessi dei cittadini. L’unica realtà – ha concluso l’assessore – è che la nostra Amministrazione ha preso in carico strutture scolastiche pericolose e inidonee e per consegnarle ai cittadini nuove o completamente ristrutturate, senza nuovi mutui e quindi debiti per i cittadini. Questi sono i fatti, lasciamo agli altri le chiacchiere».
 

10