Il Cassino batte l’Igea Virtus e spera nei play-off, frana l’Isola Liri in Calabria – Cassino – Igea 2-1, Catanzaro – Isolaliri 3-0

Continua a tenere viva la speranza di disputare i play-off il Cassino di mister Pellegrino che dal suo ritorno ha collezionato due vittorie consecutive conquistando sei punti importantissimi per la rincorsa alla zona promozione, dopo gli spareggi che vista la classifica oramai dista solamente 2 lunghezze.
Nella gara disputata al Salveti contro il fanalino di coda Igea Virtus erano importantissimi i tre punti in palio che alla fine non senza patemi d’animo sono arrivati rendendo felici tutti i presenti allo stadio, compresi i 30 ospiti della casa circondariale di Cassino presenti in uscita premio sugli spalti dello stadio cassinate grazie ad una collaborazione tra l’istituto di pena e la società sportiva molto vicina a tutte quelle manifestazioni per il sociale.
Mister Pellegrino si affida allo schema collaudato consegnando la difesa nelle mani di Martinelli, Lolli, Goisis e Merli Sala, schierando Indiveri tra i pali a centrocampo Berardi, Conti il muro granitico denominato Konè, sulle fasce Mez e Bracaletti in avanti l’ariete Jefferson, ancora panca per Giannone chiaramente non nei piani del tecnico siracusano.
Dopo alcuni minuti di fase di studio in cui gli ospiti senza problemi di classifica, vistala certezza della retrocessione tenevano il possesso della palla costringendo il Cassino a difficili manovre di aggiramento per poter inquadrare la porta, al minuto 23 su calcio di punizione il Cassino passa, batte Bracaletti palla sul dischetto dove il difensore Goisis di testa precede tutti ed insacca, 1 a zero.
La marcatura dei padroni di casa serve da stimolo per gli ospiti che puniti nell’orgoglio aggrediscono gli avversari e dopo soli 7 minuti raggiungono il pari proprio con l’ex di turno, Giuseppe Gemmiti passato a gennaio all’Igea, bella soddisfazione per il ragazzo ciociaro che aveva già segnato alla prima del campionato con la casacca azzurra a Manfredonia.
Cassino frastornato che sbanda in almeno due occasioni prima di chiudere la partita nel secondo tempo al 6° grazie a Pasquale Berardi che regala con il suo goal la vittoria ai suoi compagni, finisce 2 a 1 con festa alla fine della partita. Prossimo turno dopo la sosta di domenica prossima in trasferta a Monopoli.

Non riesce a tener fede ai propositi di mister Grossi che in fase di presentazione aveva detto di poter fare risultato in casa del Catanzaro l’Isola Liri che torna dalla Calabria con tre reti sul groppone dovendo ringraziare il proprio portiere Mangiapelo che ha parato un calcio di rigore .
Dura soli 10 minuti la resistenza degli ospiti prima di capitolare alla prima rete dei locali, poi solo e sempre Catanzaro che ad inizio ripresa prima raddoppia e poi triplica sul finire della gara.
Certamente non era questa la gara che poteva dare punti ai ciociari, anche se all’andata fu proprio l’Isola a trionfare, resta però il fatto che adesso la zona paura, play-out è molto più vicina solo 2 punti dividono i laziali dalle quattro formazioni che si giocheranno la salvezza e alla ripresa dopo la pausa al Nazareth arriverà un’altra corazzata, la Juve Stabia che vuole la vittoria per sperare di vincere questo campionato che in questo periodo la vede al comando proprio con il Catanzaro, TERRIBILE.

 

Max Marzilli

 

32
Da: ; ---- Autore: