Il consorzio della Valle del Liri apre le porte a 200 studenti – Apprezzata la visita dei tanti scolari dell’istituto comprensivo

ARCE -  Anche l’incontro organizzato dal Consorzio Valle del Liri con i 200 studenti dell’istituto comprensivo di Arce ha fatto registrare un apprezzamento notevole da parte degli amministratori locali, dei giovani e del corpo docente.

Gli studenti, accompagnati dai loro insegnanti e dalla dirigente, la dottoressa Rita Cavallo, hanno vitalizzato gli spazi verdi circostanti il Bocciodromo del Centro Sportivo De Santis, dove hanno subito indossato la sgargiante maglietta del Consorzio Valle del Liri. Nel rispetto del tema “Risorse naturali: energia per il territorio”, quest’anno è stato scelto dall’ANBI per la “Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione”, gli studenti hanno visitato la mostra sui progetti predisposti dal “Valle del Liri” per produrre in proprio energia elettrica. All’interno dell’invidiabile bocciodromo, poi, è stato proiettato il filmato che illustra la “mission” del Consorzio Valle del Liri” e, subito dopo, anche l‘altro filmato che spiega come saranno utilizzate le vasche di accumulo e le coperture delle strutture dell’ente per installare i pannelli fotovoltaici che consentiranno di produrre energia elettrica a coso zero e senza impatto ambientale sul territorio.

A fare gli onori di casa il vice sindaco Lucio Simonelli, che ha rimarcato «l’efficace ruolo del Consorzio nella protezione del territorio e la positiva ricerca di sinergia istituzionale con gli altri enti territoriali intrapresa dal presidente Ciacciarelli. Un territorio salvaguardato è garanzia di sviluppo».

Particolarmente significativo l’intervento della dirigente Cavallo che, dopo aver apprezzato le immagini e l’efficacia didattica dei filmati, rivolgendosi agli studenti ha detto «vi avviate a percorrere il territorio della vita e dovrete essere come l’acqua fresca, pulita e zampillante non come quella violenta, sporca e distruttrice».

Anche il vice presidente Walter Corsetti si è soffermato sull’aspetto didattico della Settimana della Bonifica «perché consente al Consorzio di avvicinarsi alle giovani generazioni per illustrare i compiti istituzionali di salvaguardia ambientale e territoriale e di sostegno all’economia agricola».

Il presidente Pasquale Ciacciarelli, invece, ha approfondito il tema della Settimana della Bonifica 2013, le risorse energetiche naturali, alle quali «il nostro Ente si sta avvicinando con decisione per abbattere i forti costi sostenuti, 2 milioni di euro l’anno, per il pagamento dell’energia elettrica necessaria per il funzionamento delle 20 centrali di sollevamento, senza le quali coltivatori ed imprese agricole non potrebbero coltivare i terreni. Il nostro impegno a favore dell’agricoltura è sempre maggiore ed è importante la sinergia istituzionale che stiamo ricercando soprattutto con i comuni consorziati».

20