Il Frosinone fa bella figura contro l’Atalanta ma perde e rimane ultima in classifica – Al Matusa finisce 1 a 0 per i bergamaschi che agguantano la vetta della classifica

Nonostante un buona gara il Frosinone  deve arrendersi alla corrazzata Atalanta di Colantuono che vince  proprio nel miglior momento dei canarini. Giallazzurri che tengono botta fino al 75’ con grande autorità e brio ma vengono puniti dal bomber Tiribocchi. La squadra di mister Campilongo termina il match in dieci per l’espulsione di Beati per fallo su Peluso. Al comunale passa l’Atalanta 1-0 ma è stato tutto un altro Frosinone e questo è un punto di partenza importantissimo per i canarini ciociari. 

 

Il nuovo Frosinone, rivoluzionato dalla campagna acquisti di gennaio conclusasi proprio ieri sera con gli arrivi di Baclet, Cesaretti e Minelli sfida la corazzata Atalanta di mister Colantuono. Appuntamento di prestigio con però opposte posizioni di classifica con i bergamaschi a ridosso della vetta e con i canarini ultimi in graduatoria.

 

 Esordio in maglia canarina per Beati, Pestri, Masucci e Bianco, con un 4-3-3 che ritrova Stellone, Santoruvo e appunto Masucci come terminali offensivi. L’Atalanta deve fare a meno di Bjelanovic e lascia Delvecchio e Doni in panchina, insieme all’ex Basha. 

 

La rete che decide l’incontro al minuto 75’ quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo Pestrin allontana la palla proprio sui piedi di Tiribocchi che a volo batte Frison che non si può opporre.

 

Due minuti dopo Frosinone in dieci per l’espulsione diretta di Beati per fallo su Peluso.

 

Purtoppo il risultato non cambia fino alla fine l’Atalanta, cinica e spietata, ha la meglio contro un buon Frosinone, tutto cuore e grinta. Partita equilibrata, vinta dagli orobici grazie ad una magia di Tiribocchi. Il Frosinone, con una formazione rinnovata per oltre sei-undicesimi, contiene le incursioni delle bocche di fuoco nerazzurre, ma nulla può sul tiro a volo della punta bergamasca. Zero punti, ma tanti applausi, come da tempo non si vedevano al Comunale, per la truppa di Campilongo. E adesso si pensa già alla sfida salvezza contro il Portogruaro ma la stranda è lunga e difficile, speriamo bene.
40
Da: ; ---- Autore: