Il Frosinone torna a ruggire – Sconfitto il Cittadella 2-1

Finalmente torna il sereno in casa Frosinone grazie alla vittoria ottenuta in pieno recupero contro un Cittadella accorto e mai domo.
Era da due mesi che non si vedeva un cuore e una grande voglia di vincere da parte dei ragazzi ciociari che dopo essere stati raggiunti al 66° sono stati in grado di non arrendersi e di ruggire fino al 4° minuto di recupero quando hanno raggiunto la vittoria grazie alla rete del solito Santoruvo.
Mister Moriero deve rinunciare agli squalificati Sicignano e Bacha e agli infortunati Stellone, Elsneg e Bolzoni imposta la gara sul solito 4-2-3-1 a cui risponde il tecnico ospite Foscarini con il solito 4-4-2.
La gara viene giocata a viso aperto dalle due formazioni capaci di fronteggiarsi senza esclusione di colpi, ne sa qualcosa Santoruvo che viene ammonito dopo soli 5 minuti per un entrata dura, il più pericoloso degli ospiti è Dalla Bona a cui si oppone con sicurezza in un paio di occasioni il portiere canarino Frattali.
Nella ripresa salgono i ritmi con emozioni a non finire, subito due ammoniti canarini Biso e Gucher e Pesoli per il Cittadella, anche un cambio Moriero toglie Troianello e fa entrare Aurelio, risponde la formazione ospite con Castiglia la posto di Dalla Bona.
Cambia anche il risultato il minuto è il 61° quando Pesoli trattiene Santoruvo e l’arbitro concede la massima punizione per il Frosinone, dal dischetto Basso non da scampo al portiere ospite. Neanche il tempo di esultare che gli ospiti pareggiano, minuto 62° Manucci crossa al centro aerea un pallone basso su cui si avventa Iunco che batte Frattali, 1 a 1.
Tutto da rifare con il morale sotto i tacchi il Frosinone sbanda e rischia di passare in svantaggio, ma proprio quando tutti pensavano al pareggio ecco la zampata vincente, ottima progressione di Calil che scambia con Gucher che tira, la palla smorzata arriva a Santoruvo che sotto porta ringrazia e insacca facendo crollare le tribune del Matusa per l’esultanza dei sui tifosi, 2 a 1 e tutti a casa felici e contenti. NON MOLLARE MAI.
Ora il Frosinone ha 25 punti con ancora tre giornate da giocare prima della fine del girone di ritorno, ottimo bottino nei campionati di serie B, ora l’importante è non mollare e credere fortemente che il momento buio sia terminato, ora il futuro può e deve essere più roseo, NE SIAMO COMNVINTI.

 

Max Marzilli

34
Da: ; ---- Autore: