Il Frosinone vince blinda la zona Play Off e corre verso la ‘A’ – I tre punti contro il Pescara valgono il quarto posto e, soprattutto, riducono a tre lunghezze il distacco dal secondo, che vale la promozione diretta

Splende il sole nel cielo dei canarini. Il Frosinone si sbarazza del Pescara, ponendolo a distanza di sicurezza, e avvicina il Bologna, fermato sul pari dal Brescia. Lo fa in modo convincente, al termine di una gara giocata con piglio battagliero e autorevolezza. Lo fa in assenza di alcune pedine fondamentali, nel segno di un organico che propone alternative di spessore alle soluzioni più gettonate dal tecnico Stellone. Lo fa in uno stadio pieno solo a metà, perché la scia dell’effetto Aureliano esigeva un altro tributo. Pagato con puntualità e necessaria rassegnazione. Una recita convincente in un teatro atipico, perché uno stadio semivuoto è triste come un limone già adoperato. Torna al successo il Frosinone di mister Stellone, alla 35^ giornata di Serie B battendo 2-1 il Pescara di mister Baroni. Al 3′ bella discesa in avanti di Zampano che una volta raggiunto il fondo la mette dentro dove pero Santana è bravo a liberare. Al 10′ ci prova Salamon di testa a girare in rete, ma la sua conclusione termina alta sulla traversa. Al 14′ Lupoli si libera bene dai venticinque metri e calcia un mancino al quale Fiorillo si oppone con i pugni. Al 18′ il Frosinone si rende pericoloso da calcio piazzato: Santana calcia da posizione defilata e Cosic prende il tempo a tutti senza però riuscire ad imprimere la giusta precisione alla sua conclusione. Al 22′ bella conclusione di Gucher ma Fiorillo ha il tempo necessario per prendere la posizione e bloccare. Al 40′ il Frosinone sblocca il match: è il solito Gucher dopo aver superato una serie di avversari al limite dell’area si sposta la palla sul lato sinistro e con il mancino infila sotto la traverse la rete dell’1-0. Si chiude sul vantaggio dei ciociari dunque un primo tempo privo di occasioni eclatanti. Al 47′ il direttore di gara decreta un penalty a favore del Frosinone per un netto fallo di mano di Fornasier sulla girata di Santana sulla linea di fondo; sul dischetto si presenta Lupoli che spiazza Fiorillo e sigla la rete del 2-0. Al 56′ è ancora il Frosinone a rendersi pericoloso con Santana che riceve da Dionisi e di destro incrocia troppo senza trovare lo specchio della porta. Al 61′ Politano ha l’occasione più ghiotta per i suoi: dal vertice destro dell’area ciociara calcia un bel sinistro a giro ma è il palo destro di Zappino a negargli il gol. Al 74′ è proprio Politano ad accorciare le distanze calciando benissimo una punizione al limite dell’area alla quale Zappino non può far nulla. Negli ultimi minuti il Pescara prova ad alzare il baricentro, e il Frosinone a sfruttare le ripartenze soprattutto con la velocità di Dionisi e Carlini. Dopo 3′ di recupero il signor Minelli decreta la fine sul punteggio di 2-1. Martedì il derby contro il Latina.

38
Da: ; ---- Autore: