Il polivalente è messo ko – Non ci sono ordinanze ma il campo non viene concesso per le attività

ARCE – «Quale futuro per il campo polivalente di piazza Umberto I?».
A chiederlo è il neo movimento cittadino “Arce Attiva”, tramite il suo referente Gino Gabriele.
La struttura, sulla quale grava un mutuo presso la Cassa Depositi e Prestiti, da mesi non viene concessa per le attività sportive e ricreative del paese.
Secondo indiscrezioni, con l’arrivo del nuovo responsabile dell’ufficio tecnico comunale che avrebbe controllato la documentazione, il campo non sarebbe stato ritenuto sufficientemente sicuro.
Nessuna ordinanza, però, sarebbe stata  emessa per chiudere la struttura ed evitare che comunque venga utilizzata.
«Il campo – ha detto Gino Gabriele – versa in un evidente stato di abbandono. Facendo un giro nei pressi della struttura – ha spiegato il referente del movimento – abbiamo trovato conferma di quanto lamentano molti giovani arcesi che erano soliti organizzare lì qualche partita di calcetto. Già da questa estate – fa notare ancora Gabriele – non è stata rilasciata alcuna autorizzazione per lo svolgimento dei tornei estivi che si sono dovuti svolgere nei pressi dello stadio comunale. Quello che ci chiediamo, quindi, è se questa struttura può essere utilizzata o meno. Se è intenzione dell’amministrazione comunale renderla agibile o se si preferisce tenerla nell’incuria come l’ennesimo mausoleo inutilizzato. Nel frattempo, quasi tutti i giorni, i ragazzi arcesi sono costretti a organizzare partite in strutture private o nei comuni vicini, come quello di Rocca d’Arce, dove il campo c’è ed è in erbetta sintetica. Senza dimenticare – ha concluso – che proprio la struttura al di sotto di piazza Umberto I, con tutti i suoi limiti, è probabilmente l’unico spazio ricreativo presente nella nostra bella Arce!».

20