Impattano le due ciociare – Solo un punto per Isola Liri e Cassino alla 7° di campionato.

Finalmente si sblocca l’Isola Liri che davanti ai propri tifosi riesce nello scontro che la vedeva opposta tra le mura amiche con il Manfredonia a cancellare lo zero in classifica che alla fine lascia con l’amaro in bocca il gruppo ciociaro.

Un pareggio per la truppa isolana che ricordiamo è in silenzio stampa che finalmente muove la classifica, dopo sette gare certamente un solo punto in classifica è veramente poco, ma da questo di deve ripartire per programmare un’ipotetica tabella di marcia che preveda almeno 35 punti a fine campionato che vorrebbero dire quasi matematica certezza di non retrocedere tra i dilettanti.

La salita prevede ora due difficili trasferte per i ragazzi di mister Sandro Grossi nel prossimo turno, la trasferta nel bunker del Brindisi e poi in Calabria al cospetto della Vibonese formazione quella calabrese alla portata dell’Isola Liri.

Nella gara pareggiata contro il Manfredonia da registrare la quarta espulsione consecutiva, questa volta è toccato a La Rocca lasciare in dieci i propri compagni, certamente un trend da correggere anche perché non si possono concedere aiuti di nessun genere agli avversari.

Resta la consapevolezza di un gruppo che cresce lentamente, ma cresce anche grazie all’innesto del nuovo arrivato Federici che ha portato freschezza ed idee, inoltre la vittoria è mancata sia per errori sotto porta da parte degli attaccanti isolani, sia per le stupende parate dell’estremo difensore Fortunato bravo a fronteggiare le punte di casa.

Conquista un punto anche il Cassino che torna dal sole d’Aversa con un pareggio che consolida le posizioni di prestigio in seno alla classifica di questo raggruppamento, terzo in classifica a14 punti a solo 3 lunghezze dalla capolista Gela attesa tra quindici giorni allo scontro in casa del Cassino.

La gara giocata senza la presenza di Bica Baden, sostituito da Agius, un altro giovane di belle speranze, è stata un’autentica battaglia dove lo stadio Rinascita ha ospitato due formazioni vogliose d’essere protagoniste. 

Vibrante, emozionante e corretta questa la disanima della gara nel primo tempo gioco prevalente a centrocampo dove sia Giannone che Konè arginavano le folate degli avversari, da segnalare un lieve infortunio per il nostro portiere Indiveri che poi ne ha condizionato la gara per tutto il secondo tempo.

Secondo tempo che vedeva le due reti, la prima al 16 grazie a Chietti che sulla destra raccoglieva un cross e insacca indisturbato, la seconda, il pareggio ad opera di Rocco Giannone che pennellava una punizione perfetta solo 3 minuti dopo il vantaggio dell’Aversa battendo sul palo destro il portiere Pettinari. Un pareggio che accontenta tutti e che per il Cassino è sinonimo di crescita importante vista la giovane età dei suoi protagonisti. Nel corso del secondo tempo poi mister Pellegrino ha fatto esordire il nuovo acquisto Frisenda, troppo pochi 7 minuti per dare un giudizio sicuramente da rivedere.

Prossimo turno domenica 11 ottobre stadio Gino Salveti contro la Scafatese, prima gara del doppio turno casalingo, potrete seguire la radiocronaca della gara sulle frequenze di RadioCassinoStereo curata da Max Marzilli dalle ore 14.45.

46
Da: ; ---- Autore: