‘Impronte sul nastro da comparare’ – L’esperto: Da valutare anche l’assenza di sangue sui vestiti della vittima

ARCE – Omicidio Mollicone ancora al centro della cronaca locale. Sul caso interviene nuovamente il criminologo Carmelo Lavorino che chiede la comparazione delle impronte per martedì prossimo, quando è attesa la relazione sul Dna scoperto sul nastro adesivo usato per legare la vittima.
«Sono dodici anni che indico di comparare le impronte papillari repertate sul nastro adesivo che legava le gambe di Serena Mollicone con le impronte papillari di tutte le persone che avevano l’opportunità e possibilità di frequentarla per qualunque motivo, o che in scenari e situazioni particolari avrebbero potuto darle un passaggio in macchina avendone la fiducia» dichiara Lavorino…..
……Ora, quindi, si attende la presentazione della relazione, che sarà consegnata martedì prossimo, sul Dna estratto dall’impronta trovata sul nastro adesivo utilizzato per legare Serena. «Da tempo – ha aggiunto Lavorino – chiedo anche di valutare se l’assenza del sangue sulla felpa, sulla maglietta, sul reggiseno e sui pantaloni significa che la vittima ne era priva oppure che è stata cambiata di abiti dopo la sua morte».

11