Integrazione e informazione. Via al progetto ‘Arce accoglie’ – Promossa dal Comune unitamente alla cooperativa sociale Ethica

Chi sono? Da dove vengono? Cosa fanno qui? Come vivono? A queste ed altre domande si cercherà di rispondere nel corso della manifestazione sui rifugiati, prevista per domani pomeriggio alle 18, presso la sala conferenze del ristorante Fini. “Arce Accoglie” è il titolo della prima giornata di informazione e integrazione promossa progetto Sprar del Comune di Arce, unitamente alla cooperativa sociale Ethica (che gestisce il servizio) e in collaborazione con gli assessorati Servizi Sociali, Cultura e la Pubblica Istruzione. I fatti che proprio in questi giorni stanno interessando le periferie della Capitale riportano in primo piano la necessità di far capire e coinvolgere i cittadini nei progetti che stanno interessando molte zone della Ciociaria. «L’incontro di domani vuole essere soprattutto – ci spiegano i responsabili di Ethica – un momento di condivisione. Una bella occasione per parlare del progetto di accoglienza attualmente in vigore in paese e cercare di rispondere alle curiosità e alle domande dei cittadini. Saranno presenti anche tutti gli ospiti del progetto che risiedono ad Arce e al termine è prevista una cena a buffet con un momento di festa. Tra gli interventi oltre a quello del sindaco ci sarà quello di Salvatore D’Angiò, rappresentante legale della cooperativa, che spiegherà nel dettaglio le prerogative del progetto alle quali i richiedenti asilo devono necessariamente attenersi. Inoltre, grazie alla collaborazione tra l’Istituto Comprensivo “Giovanni Paolo II” di Arce e l’assessore alla Pubblica Istruzione Katia Germani, verranno presentati i lavori sull’integrazione svolti dagli alunni delle classi quinte della scuola primaria e delle terze della scuola secondaria di primo grado».

16