La cappella cimiteriale è tornata al suo splendore – La cappella è stata ristrutturata con i soldi delle indennità dei politici e inaugurata sabato scorso

E’ stata inaugurata la nuova cappella cimiteriale. E’ tornata allo splendore di un tempo, la chiesetta tanto cara alla popolazione arcese, posta all’interno del cimitero cittadino.
I lavori di ristrutturazione, voluti dall’amministrazione comunale, sono terminati già da qualche settimana e hanno riguardato sia l’esterno che l’interno del piccolo edificio religioso.
Sabato pomeriggio, con una breve cerimonia officiata dal parroco, la cappella è stata benedetta e quindi riaperta al culto.
Don Ruggero Martini, durante la celebrazione, ha voluto ricordare l’importanza dell’intervento effettuato e complimentarsi con l’amministrazione per aver reso nuovamente fruibile la piccola chiesa. Soddisfazione per la ristrutturazione eseguita dalla ditta Mancini è stata espressa anche dal sindaco Roberto Simonelli, che ha voluto ringraziare i membri della vecchia e nuova giunta comunale che hanno contribuito direttamente a finanziare parte dell’intervento con i fondi provenienti dalla rinuncia alle indennità di carica.
Il primo cittadino ha anche annunciato che, nei primi mesi del prossimo anno, la fasce ornamentali poste sulle pareti laterali della cappella, saranno oggetto di restauro grazie ad un’apposita convenzione, stipulata senza oneri per il comune, con l’Accademia di Belle Arti.
Inoltre, sempre il primo cittadino di Arce, ha reso noto alcune altre importanti novità: d’ora in avanti, infatti, come accadeva un tempo, l’ultimo saluto ai defunti da parte dei parenti ed amici avverrà proprio nella cappella cimiteriale.
Mentre il momento della sepoltura sarà riservato ai soli familiari che chiederanno di assistere.
35