La diffida di Calcagni e Marzilli – Li accusano di aver modificato l’atto deliberativo

ARCE – Modificato l’atto deliberativo, Calcagni e Marzilli diffidano il Comune.
Il contenuto della delibera del consiglio comunale numero 35 del 29 novembre 2013, pubblicata sull’albo pretorio on line dell’Ente, non corrisponderebbe a quanto effettivamente approvato durante la seduta dell’assise civica. Gli ex assessori Marco Marzilli ed Emanuele Calcagni puntano il dito contro il responsabile dell’area finanziaria ed il segretario comunale, intimandoli a rivedere l’esatto contenuto dell’atto.
«Nella seduta del 29 novembre – scrivono nella missiva i due consiglieri d’opposizione – il Consiglio ha proceduto, con i soli voti favorevoli della maggioranza, all’approvazione della “Ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi di salvaguardia degli equilibri di bilancio 2013”».
«Durante la discussione del punto – fanno notare ancora i due – venivano sollevate questioni relative alla mancanza di dati relativi agli accertamenti e agli impegni della parte “entrate”, nonché alla mancanza di dati relativi alla “situazione economica”. Nella circostanza la seduta veniva anche sospesa a seguito delle contestazioni della minoranza. C’è da aggiungere, inoltre, che durante la stessa riunione nessuno dei consiglieri comunali ha presentato emendamenti alla proposta di delibera, cosicché nessuna modifica sostanziale è stata apportata alla proposta durante i lavori consiliari. Di contro, il contenuto delle pagine 4 e 5 della delibera 35/2013, è completamente diverso da quello della proposta di delibera, poi votata nella stessa seduta».
«Per tali motivi – concludono Calcagni e Marzilli – si invitano e diffidano il responsabile dell’area finanziaria ed il segretario comunale  a pubblicare sull’Albo Pretorio quanto effettivamente deliberato».

15