La Globo Sora entra nella storia, vince a Roma 3 a 0 – Questi ragazzi comunque vada a finire meritano un encomio solenne, sabato nell’anticipo del campionato sconfigge in soli 86 minuti la capolista Roma volley dimostrando una capacità di adattamento a questo torneo che lascia poche speranze agli avversari. Estasiati gli oltre 2000 spettatori. EROICI PARZIALI: 25-22 (’29); 25-16 (’24); 28-26 (’33).

Al Palasport città di Frosinone la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora mette a segno il colpaccio sconfiggendo in meno di un’ora e mezza  di pura pallavolo la M.Roma Volley nel suo primo derby in serie A2. Così Sora entra nella storia e negli annali di pallavolo! La matricola si conferma sempre più terribile interrompendo la serie positiva che aveva inanellato la squadra di mister Giangio dopo 10 vittorie consecutive, e raggiungendola in classifica. Coach Giani non recupera Poey e schiera Segnalini in banda e Portuondo nell’inconsueto ruolo di opposto; tutti in campo invece gli uomini di mister Gatto che tanto hanno fatto bene in ogni reparto evidenziando nette differenze  anche in battuta con 6 ace.  Le note dell’Inno di Mameli aprono l’attesissima undicesima giornata della regular season animata da Volly, la mascotte dei mondiali atterrata a Frosinone per l’evento, e resa più entusiasmante dalla spettacolare cornice di pubblico. Nel primo set Roma è a +5 al secondo time out tecnico grazie a una buona prestazione del muro ma subisce un break di 5-0 con Anderson in battuta che riporta in parità la situazione. Sora ora spinge più di Roma e con un ace di Anderson si aggiudica il primo parziale 25-22. Il secondo set parte in equilibrio ma Sora allunga subito fino al +6 (16-10), fa bene da ogni settore e mette a terra palle che scottano annientando praticamente Roma che va in tilt e soccombe 25-16. Nel terzo set la squadra capitolina scende in campo più agguerrita e non commette più errori, fa capire al suo avversario di che pasta è fatta provando a realizzare la sua solita impresa di rimonta dallo 0-2, ma Sora è più brava. Libraro murando prima Postiglione e poi Portuondo permette al suo team di rimontare uno svantaggio di 3 lunghezze. D’Avanzo, Argilagos e Anderson firmano il sorpasso. Roma non molla ed è ancora parità, 24-24. Si va ai vantaggi e grazie all’impeccabile lavoro di Michele Gatto, all’ottima costruzione di gioco di capitan Scappaticcio e ai buchi fatti a terra dagli stratosferici attaccanti, la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora vince il suo primo derby in serie A2.

 

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Scappaticcio (K) 3, Anderson 19, D’Avanzo 5, Di Marco 6, Argilagos 10, Libraro 15, Gatto (L) 1, Nonne, Bartoli, Costantino n.e., Santucci, Lattanzi n.e.. I All. Alberto Gatto, II All. Maurizio Colucci. B/V 6, B/S 10, muri 7.

M.ROMA VOLLEY: Paolucci, Postiglioni 5, Yosifov 8, Zaytsev 13, Poey n.e., Portuondo 11, Cesarini (L), Mor, Rossi, Segnalini, Rossini n.e., Renzetti n.e.. I All. Andrea Giani, II All. Mauro Budani. B/V 1, B/S 11, muri 12.

 

 

30
Da: ; ---- Autore: