La Prima Veroli torna a vincere 88-81 – Battuta non senza difficoltà Casalpusterlengo al palazzo dello sport di Frosinone.

Dopo la battuta d’arresto nella partitissima dell’ultimo turno in terra sarda, Veroli di coach Cancellieri leggermente appannata fatica un po’ troppo, ma alla fine prevale di 7 sulla neopromossa Casalpusterlengo che certamente non merita la classifica attuale.

26-23, 47-40, 71-63, 88-81, questi i parziali che hanno consentito a Veroli di portare due importantissimi punti in classifica prima dell’ultimo turno del girone d’andata in anticipo sabato prossimo con diretta televisiva su Rai sport + in casa di Reggio Emilia.

 

Si parte con Veroli che sceglie Draper, Gatto, Rosselli, Nissim e Hines, mentre coach Lottici costretto a portare solo 10 atleti invece dei canonici 12, manda sul parquet Hatten, Simoncelli, Ostler, Biligha e Cuffie per coltivare un sogno quello di sorprendere i padroni di casa.

La gara subito nervosa si mette male per i falli in casa verolana, infatti, Rosselli commette tre sciocchezze consecutive imitato da Draper che si ferma a 2, roba da pazzi, a dir la verità anche la conduzione arbitrale ci lascia perplessi ma meglio pensare a giocare e nonostante uno stratosferico Wojciechowski capace di portare gli ospiti avanti di + 2, la prima frazione sì a favore di Veroli 26 a 23 con una tripla di Draper imitato anche da Ostler.

Nel secondo quarto Veroli mette dentro tre bombe con Draper, Rossi e Foiera e cosa importante, nonostante il terzo fallo fischiato a Draper riesce a rimanere avanti nonostante le percentuali di tiro non siano molto importanti Veroli ha il pregio di mandare a referto tutti e nove i giocatori impegnati nei primi venti minuti, il tempo si chiude con un 21 a 17 che portano il risultato sul 47 a 40 per i padroni di casa.

Il terzo tempo vede sul parquet per Veroli Draper, Gatto, Rosselli, Nissim e Hines, Casalpustrelengo opta per Hatten, Simoncelli, Ostler, Cazzaniga e Cuffee, la gara passa nelle mani verolane che riesce a migliorare le percentuali di tiro nonostante il pressing asfissiante portato dai giocatori ospiti, Veroli opta per i tiri pesanti affidandosi alle mani di Gatto e per due volte a quelle di Nissim, questo porta al raggiungimento del massimo vantaggio verolano che a 2 minuti dalla sirena arriva a +14, poi Rullo e Simoncelli con due bombe accorciamo la forbice del distacco e il parziale alla fine del tempo è di + 8 con le due formazioni ancora in grado di diventare padroni della partita, 24 a 23 e 71-63 per Veroli.

Quarto e decisivo parziale che vede scendere sul parquet ancora Draper, Rossi, Bushati, Foiera e Hines per Veroli mentre per gli ospiti Rullo, Venuto, Castelli, Cazzaniga, Cuffee.

La gara mai chiusa da Veroli diventa problematica dopo pochi minuti quando Hines va in panca per il 4° fallo, ne approfittano gli ospito che ricuciono lo strappo e con due bombe di Rullo e Cuffee riescono a portarsi a ridosso di Veroli quando mancano soli 5.53 alla fine -1 e pubblico che aumenta il suo appoggio alla squadra in difficoltà, entra Gatto e le cose migliorano mentre Hines gettato nella mischia a due minuti dalla fine scava un solco indelebile tra le due formazioni consentendo alla Prima Veroli di chiudere anche il quarto parziale a suo favore sul risultato finale di 88 a 81 regalando agli ospiti l’ultimo quarto per 17 a 18.

Vittoria sofferta ma determinante per l’ingresso nella final four di Coppa Italia, classifica puntellata e secondo posto in solitaria.

Miglior realizzatore Troy Ostler con 22 punti, miglior giocatore Kyle Tyrrel Hines 21 punti e una media stratosferica di valutazione 34.

 

Tabellini:

 

26-23, 47-40, 71-63, 88-81

 

PRIMA VEROLI: Draper 13, Rossi 4, Gatto 20, Simeoli n.e. Rosselli 2, Plumari n.e. Nissim 17, Bushati 2, Gigena 2, Foiera 7, Fall n.e. Hines 21, Coach Massimo Cancellieri

 

UCC CASALPUSTERLENGO: Rullo 5, Venuto 5, Castelli 3, Simoncelli 3, Hatten 16, Woiciechowski 4, Ostler 22, Biligha 0, Cazzaniga 8, Cuffee 15, Coach Simone Lottici

 

Max Marzilli

 

53
Da: ; ---- Autore: