L’abbronzatura perfetta comincia dalla dieta – L’estate è arrivata, finalmente gli italiani potranno dedicarsi a una delle loro attività preferite: il bagno di sole

Il 40% della popolazione del Belpaese afferma di avere come obiettivo una tintarella perfetta, ambizione diffusa in particolare tra i giovani e le donne.
Un quinto si dice poi “abbronzatura-dipendente”, arrivando a crogiolarsi al sole per più di cinque ore al giorno.
A sorpresa, anche il fascino della pelle eburnea conquista una discreta fetta di italiani, una persona su dieci dichiara infatti di preferire i raggi di luna a quelli solari.
Il consiglio, specie per chi ha una carnagione chiara, è di esporsi gradualmente al sole e di evitare le ore più calde della giornata.
Per raggiungere l’agognato traguardo di una pelle color del miele, non solo creme e lozioni, ma anche qualche trucco naturale, a partire dall’alimentazione.
Un’abbronzatura sana si fonda sul consumo di cibi ricchi di vitamina A – sottolinea la Coldiretti – i quali stimolano la produzione della melanina, il pigmento cutaneo responsabile dell’effetto tintarella.
Sul podio dei cibi “che abbronzano” svettano le carote con i loro 1200 microgrammi di vitamina A per ogni 100 grammi di prodotto; seguono spinaci e radicchio, il cui apporto vitaminico è circa la metà rispetto a quello garantito dalle carote, e infine le albicocche.
Possono aiutare anche insalate, cicoria, lattughe, meloni, peperoni, pomodori, fragole e ciliegie.
Gli amanti del sole devono comunque ricordare di reidratare l’organismo, soprattutto attraverso il consumo di frutta e verdura, alimenti in grado di assicurare importanti quantità di liquidi e sali minerali.

 

Share Button