L’Avis ancora senza sede – E senza… amministratori

 

ARCE – Senza sede e senza amministratori. Sono gli elementi mancanti dell’assemblea dell’Avis comunale, che si è tenuta sabato scorso. 
Nella sala dell’oratorio parrocchiale, almeno uno, dei dodici consiglieri che compongono la maggioranza, era proprio atteso. 
Invece non si è visto e fatto sentire nessuno e la cosa non è passata inosservata ai numerosi soci presenti.
L’Avis comunale da anni è impegnata in prima linea alla sensibilizzazione del paese sulle donazioni del sangue e più in generale con iniziative di solidarietà. 
I risultati si stanno raccogliendo, così come confermano i dati che, di anno in anno, crescono in modo significativo. Certo, c’è ancora molto da fare in una nazione che è il fanalino di coda d’Europa per rapporto di donazioni per abitante. Quello che forse indigna i membri dell’associazione, però, è proprio questa mancata sensibilità che alla fine, forse a causa di una serie di coincidenze, proviene proprio da chi dovrebbe rappresentare il paese e dare il buon esempio.
In realtà dall’amministrazione si attendeva qualche novità sostanziale alla disponibilità di una nuova sede operativa. Un impegno che il sindaco aveva preso, ma che per ora sembra essere rimasto tale.
 

 

28