Lodoli presenta il suo ultimo romanzo – L’appuntamento inserito nel progetto ‘Vivere la cultura’ varato dall’amministrazione

COLFELICE – La sala consiliare  ospiterà oggi pomeriggio la presentazione del  romanzo “Italia” di Marco Lodoli.
L’incontro inserito nell’autunno culturale del paese che si sta svolgendo sotto il nome del progetto “Vivere la cultura” promosso dall’amministrazione Donfrancesco ai sensi della delibera di giunta regionale numero 907 del 27/11/2009 in collaborazione con la Biblioteca comunale e l’associazione culturale “La compagnia… felice” si svolgerà alle 17.30.
Il romanzo, edito da Einaudi nel mese di novembre, sarà presentato da Marcello Carlino, professore di letteratura italiana contemporanea presso l’Università Sapienza di Roma. E’, l’ennesima  fatica letteraria di Lodoli, la storia di una famiglia raccontata dalla cameriera Italia, cuore semplice e attento, angelo muto che raddrizza nell’ombra la vita di tutti, di chi si guarda indietro e di chi guarda avanti, desiderando un’altra esistenza, accesa, pura, innamorata. Italia è sempre lì, fino alla fine, custode di ciò che se ne va, occhio che fissa, mano che saluta, polpastrello che raccoglie la polvere dei giorni.
Marco Lodoli, nato a Roma nel 1956, dopo aver conseguito la laurea in lettere, ha esordito come poeta nel 1978. E’ autore di numerosi romanzi, uno dei quali (Snack Bar Budapest) è stato adattato per l’omonimo film di Tinto Brass. Nel 1989 ha tenuto una serie di conferenze tra Roma, Torino, Bari e Firenze dal titolo “Le ragioni del cuore e la nudità dello sguardo sulla vita”. Nel 1990 ha vinto il premio “Piero Chiara”; nel 1992 il “Grinzane – Cavour”; nel 1996 il Premio “Palazzo al Bosco” per il romanzo Cani e Lupi e, nel 1997, di nuovo il “Grizane – Cavour” per Il vento. Il viaggio e la morte i temi ricorrenti nella sua opera, supportati da un’attenta analisi dei rapporti intercorrenti tra l’io e gli altri. Da anni, inoltre, marco Lodoli collabora con la Repubblica, scrivendo sulla sua città, sulla scuola e l’insegnamento che continua ad essere la sua passione (è professore di lettere in un istituto professionale del Tuscolano), ma è anche un critico cinematografico del settimanale Diario e le sue attente recensioni sono state raccolte nel volume Fuori dal cinema.

10