‘Marzilli agisca senza dispensare consigli gratuiti’ – Dura la replica di Colantonio

 

ARCE – «Il consigliere Marzilli, invece di annunciarli, faccia tutti i passi che ritiene. Ma senza dare consigli a cui non siamo interessati». 
Non si è fatta attendere la replica del neo capogruppo ed assessore all’Ambiente alle osservazioni mossi dal consigliere di “Arce nel cuore”.
Colantonio chiarisce la natura delle spese determinate dal funzionario e ribadisce la legittimità degli impegni sfidando il collega d’opposizione a rivolgersi a chi meglio crede.
«L’importo di queste due determine – afferma l’assessore Vincenzo Colantonio – non è, e non verrà, utilizzato per l’acquisto dei sacchetti ma per tutte le attività collaterali legate alla raccolta differenziata e allo smaltimento dei rifiuti ingombranti e speciali. Mi fa piacere l’intervento del consigliere Marzilli – prosegue – perché mi permette di ricordare a tutti che, per la prima volta nella sua storia, questo comune fa una periodica pulizia delle piccole discariche, anche dove sono presenti rifiuti speciali, come amianto e pneumatici e, cosa ancora più importante, smaltisce questi materiali secondo le procedure di legge, che hanno un costo. Inoltre, pur non avendo nessun onere aggiuntivo per i cittadini, vengono periodicamente raccolti domiciliarmente i materiali ingombranti che hanno una procedura di smaltimento con canali diversi dalla Saf di Colfelice. I costi di smaltimento – spiega ancora – di questi rifiuti, speciali ed ingombranti, forse il consigliere Marzilli non lo sa, ma non sono a carico della ditta appaltatrice a cui è demandata esclusivamente la raccolta e rappresentano la parte più consistente di quegli importi. È stato semplicemente deciso di fare un impegno di spesa complessivo invece di procedere a suon di variazioni di bilancio. Per quanto riguarda i sacchetti, che rappresentano poche centinaia di euro di quelle determine, il comune di Arce ne ha comprato una piccola quantità ad integrazione della fornitura annuale fatta dalla ditta un anno fa. Questo è avvenuto perché in alcuni casi, soprattutto per le famiglie numerose, i 50 previsti sono stati insufficienti. A margine vorrei comunque sollecitare il consigliere Marzilli a fare tutti i passi che ritiene, invece di annunciarli. Se ritiene che siano stati commessi degli illeciti – affonda Colantonio – si avvalga degli strumenti che l’ordinamento gli mette a disposizione, senza fare allusioni e senza dare consigli a cui non siamo interessati. Non è etico utilizzare argomenti futili – ha concluso – solo per farsi un po’ di pubblicità gettando un discredito strisciante su chi amministra e che poi, come tutte gli altri che lo hanno visto artefice, si rivelano bolle di sapone».

 

13