‘Materne, l’anno scolastico terminerà nei prefabbricati’ – Lavori fermi, Gianni Nardone attacca l’Amministrazione Simonelli

ARCE – «Sulle nuove scuole, la verità dei fatti da ragione alle opposizioni».

Gianni Nardone interviene sulla notizia che la Giunta municipale ha incaricato un legale per verificare possibili azioni contro la ditta appaltatrice dei lavori della nuova Scuola Materna di via Magni.

«Quanto sta accadendo in questi giorni – scrive il consigliere in un comunicato – dimostra che tutto quello che abbiamo sostenuto su questa penosa vicenda è sempre stato vero. E’ chiaro che l’Amministrazione per lungo tempo ha detto una marea di bugie ai cittadini. Voglio ricordare – aggiunge Nardone – che lo scorso primo ottobre, durante la seduta del Consiglio comunale, a una mia precisa interrogazione diretta al vicesindaco lo stesso mi rispose che i lavori presso la Scuola Materna stavano continuando e che non c’era alcun tipo di problema. Anzi mi fu addirittura chiesto da cosa avessi dedotto lo stop ai lavori! Ormai è abbastanza chiaro il quadro della situazione – prosegue il capogruppo di minoranza – e non riesco a capire come qualche personaggio vicino a questa Amministrazione tenti di rassicurare i genitori che prima o poi i lavori saranno completati. E’ bene dire chiaramente che, a questo punto, le possibilità di avere pronte le nuove aule entro tempi brevi diminuiscono di giorno in giorno e personalmente credo improbabile che possano esserlo addirittura per la fine della consiliatura del 2014. Il nuovo anno scolastico per i bambini delle Materne, è iniziato nei prefabbricati adiacenti alla Scuola Media e purtroppo, terminerà lì. La riapertura del nido comunale, chiuso da più di tre anni, verrà nuovamente rinviata a data da verificare. Tutto ciò è scandaloso, ed oggi stesso mi recherò in comune per vedere, con il presidente del Consiglio comunale, che fine abbia fatto la richiesta con cui io e tre colleghi di opposizione chiedevamo un consiglio straordinario aperto per discutere dell’argomento scuole. Inoltre sono intenzionato a presentare una formale richiesta al reso con cui io e tre colleghi di opposizione chiedevamo un consiglio straordinario aperto per discutere dell’argomento scuole. Inoltre sono intenzionato a presentare una formale richiesta al responsabile dell’Ufficio Tecnico per effettuare un sopralluogo congiunto nel cantiere, verificare lo stato dei luoghi e le prospettive di realizzazione dell’opera pubblica. Ai genitori dei bambini della Materna e dell’Asilo nido – conclude Gianni Nardone – chiedo di non sfogarsi soltanto a parole, ma di continuare a mobilitarsi numerosi richiedendo un’ulteriore assemblea pubblica al sindaco».

20