Memmo Polselli è il nuovo presidente della BpF – L’ex presidente Carlo Salvatori: è l’uomo giusto al momento giusto!

Memmo Polselli è il nuovo presidente della Banca Popolare del Frusinate. Una nomina prestigiosa per l’imprenditore arcese, arrivata lo scorso 26 maggio nella riunione del Consiglio di Amministrazione che si è tenuta a piazzale De Matthaeis, storica sede dell’istituto di credito. Domenico Polselli, meglio conosciuto come Memmo, è nato nel 1951, da sempre vive ad Arce dove è sposato ed ha un figlio. Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma, dal 1981 è l’amministratore delegato, oltre che socio, della Polselli S.p.a. Industria molitoria, con sede sempre in Arce, guidata da quasi un secolo dall’esperienza imprenditoriale di una famiglia, oggi giunta alla terza generazione, che ha portato con successo l’azienda ad essere protagonista in Italia nella produzione di farine per pane, dolci e pizza di alta qualità e leader internazionale in oltre 30 paesi nel mondo per la produzione di farina per pizza "made in Italy". Domenico Polselli è imprenditore che conosce il territorio e le sue problematiche legate allo sviluppo, grazie agli innumerevoli incarichi che ha svolto e tuttora svolge nel sistema Confindustria Frosinone: è stato Presidente della Sezione Alimentari, è membro della Giunta e del Consiglio Direttivo di Confindustria Frosinone, è stato membro della Consulta Regionale Agroalimentare di Confindustria Lazio in rappresentanza di Confindustria Frosinone, è Presidente del CdA del Consorzio Energia Frosinone cui aderiscono 40 aziende, è Presidente del CdA di Sin.Par Srl – Sinergia e Partecipazioni, società d’investimento industriale e nei servizi. Rappresentante del Lazio nel Consiglio Nazionale degli Industriali Mugnai e Pastai d’Italia. Socio fondatore della Banca Popolare del Frusinate, dal 2000 ricopre l’incarico di Consigliere d’Amministrazione e dal 2010 ne è stato il Vice Presidente. Dal 2004, in rappresentanza della Banca Popolare del Frusinate, è Consigliere d’Amministrazione di Ciociaria Sviluppo S.p.A., società consortile pubblico-privata per lo sviluppo del territorio con sede in Frosinone. Polselli succede a Carlo Salvatori, già amministratore delegato del gruppo finanziario di Unipol. «Un amico, un uomo dai modi eleganti e cordiali – ha detto Salavatori – un imprenditore rispettoso delle regole e, allo stesso tempo, determinato nel perseguire gli obiettivi. Polselli – ha aggiunto – è l’uomo giusto al momento giusto, ha le capacità umane e professionali per guidare la nostra Banca verso un futuro di grandi traguardi. In questi mesi – ha concluso l’ex presidente – abbiamo condiviso le strategie e gli obiettivi e può garantire la fase di continuità del lavoro intrapreso dal CdA da me presieduto». «Il suo elevato profilo professionale e la sua profonda conoscenza della Banca e del territorio – ha detto invece a nome del CdA Rinaldo Scaccia, Direttore Generale della Banca –  hanno favorito la sua nomina da parte del Consiglio di Amministrazione, nel quale ha sempre goduto di stima e di fiducia. La sollecitudine con cui abbiamo proceduto a nominare il successore di Carlo Salvatori è indicativa innanzitutto di quanto riteniamo il nuovo Presidente Domenico Polselli, l’uomo giusto per proseguire l’incarico preso da Salvatori con crescente impegno. Polselli – ha concluso Scaccia – con la Banca e con i suoi Soci ha da sempre un consolidato rapporto di amicizia e collaborazione che sicuramente avrà modo di proseguire anche con il suo nuovo incarico». «Ho accettato con molto entusiasmo ed orgoglio di intraprendere questa nuova sfida – ha detto il neo eletto presidente – grazie alla condivisione ed al voto unanime di tutto il CdA. Conosco la Banca da tanti anni, ho contribuito alla sua fondazione, conosco gli uomini e le donne che hanno fatto grande questo istituto e posso affermare che la nostra Banca è solida, patrimonializzata, redditizia e perfettamente in grado di assolvere alla sua mission di banca del territorio. Ringrazio di cuore tutto il CdA per il supporto e la fiducia che mi ha voluto accordare. La nostra Banca, forte ed orgogliosa della sua impronta localistica, – ha aggiunto ancora Memmo Polselli – continuerà, anche in futuro, ad affiancare le imprese e le famiglie del nostro territorio. È stato così per il passato, sarà così per l’avvenire – ha concluso – in particolare in un’epoca come quella che stiamo vivendo, in cui la situazione generale ed i vincoli del sistema impongono di star ancora più vicino a quelle parti che, oltre ad essere il fondamento essenziale della vita economica e sociale, sono fra le risorse chiave della storia del nostro Paese». L’importante incarico è stato accolto con numerosi apprezzamenti anche dai concittadini arcesi, dove Memmo e la sua famiglia sono da sempre stimati e benvoluti. Al neo presidente gli auguri di un proficuo lavoro anche da tutta la redazione di Arcenews.it.

224
Da: ; ---- Autore: